thumbnail Ciao,

Il Milan ha messo gli occhi su Dzeko, ritenendolo il degno erede di Balotelli, ma deve guardarsi dalla concorrenza dell'Inter. Intanto summit Galliani-Seedorf in Brasile.

Al Manchester City viene considerato un'alternativa, al Milan sarebbe titolare indiscusso. Edin Dzeko è il profilo individuato dai rossoneri per rilanciare l'attacco, ma tutto ruoterà attorno al destino di Balotelli. Altro fattore da non sottovalutare, inoltre, la concorrenza dell'Inter per il bosniaco.

Nonostante si faccia sempre trovare pronto quando chiamato in causa, Pellegrini ha altre idee per i suoi schemi offensivi e Dzeko rappresenta null'altro che l'alter ego di Aguero e Negredo: il Milan, come sottolinea 'Tuttosport', può vantare gli ottimi rapporti con l'entourage del bomber che gli consentirebbero di piazzarsi in pole rispetto a 'cugini', Borussia Dortmund e Valencia.

Come detto, in casa rossonera l'eventuale assalto alla punta dei Citizens dipende da ciò che ne sarà di Balotelli: soltanto incassando i 25 milioni con cui viene valutato SuperMario, l'affare potrebbe decollare stanziando parte di tale cifra per arrivare a Dzeko. Ma occhio all'Inter, cui Thohir vuole subito regalare un colpo a gennaio e vede in lui l'uomo giusto soprattutto per le difficoltà rivelate da Goal nell'arrivare a Lamela.

Nel frattempo il Milan pensa alla prossima stagione e in Brasile è previsto un incontro tra Galliani e Clarence Seedorf: sul tavolo la pianificazione del lavoro in cantiere con l'olandese in panchina e chissà che proprio la cessione di Balotelli non rappresenti uno degli argomenti del summit.

Mentre sotto la voce 'consigli per gli acquisti', l'ex numero 10 rossonero caldeggia il difensore del Botafogo Doria e l'attaccante Ederson in forza all'Atletico Paranaense. Sul fronte uscite, ma a gennaio, ecco pronti a salutare Gabriel, Vergara e Zaccardo mentre la posizione di Robinho è stata congelata alla luce dell'operazione al piede di El Shaarawy.

Sullo stesso argomento