thumbnail Ciao,

Wanda Nara, moglie di Maxi Lopez, ha raccontato alla rivista 'Gente' le sue verità: "Non facevamo sesso da tre mesi, mi trascurava. E io dormivo nel letto con mio figlio..."

Quando calcio e gossip si incrociano, in Italia, è come mettere insieme due cariche di esplosivo, pronte a detonare al minimo contatto. Tutti vogliono saperne di più, tutti ne parlano. Quando, poi, a parlare è una delle persone coinvolte, la notizia non può che fare il giro del Mondo. E così, se a proposito del triangolo Maxi Lopez-Wanda Nara-Icardi, è la bella bionda a parlare, le sue parole fanno in fretta rumore.

Intervistata dalla rivista argentina 'Gente', la bionda showgirl ha spiegato i motivi della fine della sua storia d'amore con l'attaccante del Catania: "Io e Maxi non facevamo sesso ormai da tre mesi - ha detto - Mio figlio Valentino la notte ha paura e per me è stata la scusa perfetta per dormire sempre nel letto con lui. Vivevo nel lusso, ma cercavo di trattenere il dolore. Ho provato in tutti i modi a salvare la mia famiglia, ma Maxi mi ha trascurato. Quando eravamo in Russia avevo solo vent'anni ed ero incinta, ma sono stata costretta ad andare da sola da medici che non capivano una parola della mia lingua e alla fine ho perso il bambino. E certe cose non possono essere perdonate".

Intanto Icardi esce allo scoperto su Twitter: "Ti amo Wanda"
Da lì la scelta di lasciare l'attaccante e partire per l'Argentina: "Maxi mi ha detto - racconta ancora Wanda - che se avevo preso la decisione di lasciarlo era meglio se tornavo in Sudamerica con i bambini. Adesso però bisogna ricostruire le nostre vite, io voglio essere di nuovo felice". A quanto pare, però, una nuova vita Wanda l'aveva già costruita, iniziando una nuova storia d'amore con Icardi, appunto.

La separazione, però, potrebbe non coincidere con il divorzio: "'Wanda, per favore non chiedermi il divorzio, mi ha detto Maxi' - racconta ancora la sudamericana - Io gli ho risposto 'Maxi, tu sai chi sono io e sai cosa mi merito. Mi rende felice vivere in questa casa e non voglio litigare per soldi anche se ovviamente ciò che mi tocca, me lo tengo. Ho la reputazione della spendacciona, ma tutto quello che abbiamo accumulato è merito della mia austerità".

Non va dimenticato che, tra sesso e soldi, ci sono di mezzo, però, anche i tre bambini della coppia. "Valentino mi ha chiesto come mai il papà non tornasse in Argentina con noi, io gli ho risposto che il Catania aveva bisogno di Maxi, specialmente dopo l'infortunio di Bergessio".

A Catania, intanto, si godono un Maxi rigenerato, tornato al goal sabato scorso dopo una lunga astinenza. E i tifosi rossazzurri scoprono anche il vero motivo delle resistenze poste dall'attaccante prima di tornare a vestire la maglia del Catania: "Maxi mi implorava di tornare in Sicilia, ma io non volevo perché non avevo ricordi belli di quella esperienza", racconta infine Wanda. Parole che, sicuramente, varranno il definitivo ed assoluto 'perdono' da parte della tifoseria.

Sullo stesso argomento