thumbnail Ciao,

Il tecnico juventino ha parlato al termine dell'essenziale vittoria contro il Parma: "Abbiamo rischiato molto poco giocando sulla distanza e vincendo da grande squadra".



Una gara ostica, in un campo in cui Antonio Conte non aveva mai vinto. La storia cambia, al Tardini. la Juventus espugna Parma, manda un messaggio alla Roma capolista e al Real Madrid dell'ex Carletto Ancelotti. Dopo la A, c'è la Champions.

Soddisfatto, ampiamente, mister Conte: "Abbiamo rischiato molto poco, giocando sulla distanza e vincendo da grande squadra. Sono felice della prestazione, perché martedì avremo una partita importante contro il Real Madrid. Tutti quelli che sono entrati hanno avuto la giusta mentalità, bravi a non pensare incosciamente alla sfida di Champions. Il Parma aveva dei giocatori molto importanti nelle ripartenze e lo ha dimostrato, soprattutto Biabiany con delle incursioni in velocità da record del mondo. Noi però avevamo preparato la gara in modo giusto ed i ragazzi l'hanno interpretata al meglio".

Dopo il sorriso la smorfia per due recuperi importanti che tardano ad arrivare: "Vucinic e Lichtsteiner non possono assolutamente recuperare per la Champions. Stanno facendo un lavoro di recupero, è molto difficile anche che rientrino contro il Napoli".

Ogbonna schierato da titolare, applausi dal tecnico: "Angelo lo abbiamo preso dal Torino dove giocava già con personalità e carisma. Ha fatto un grande salto quest’anno, la maglia può pesare ma lui ha le qualità giuste per emergere. Deve crescere in cattiveria. Tevez e Giovinco? hanno fatto una grande prestazione. Il primo ha portato la croce sino a oggi ed era logico dargli un pò di fiato, Giovinco invece non è stato tanto impegnato nelle ultime gare e questo può incidere anche se ha fatto una grande prestazione".

A qualcuno la Roma capolista ricorda la Juventus del primo Conte: "Ogni squadra ha il modo proprio di giocare, le proprie idee. Sicuramente a livello di fame e voglia di aiutarsi l'un con l'altro ci sono somiglianze, per il resto non sarebbe giusto per Garcia. Ci stanno offuscando...".

Conclusione per Claudio Marchisio: "Ha fatto 60 minuti buoni d'intensità, è quello che ha giocato di più  ultimamente e ha riposato poco. L'ho tolto per questo in vista del Real, finora l'infortunio di agosto l'ha un po' condizionato, è un elemento importante lavora bene e tornerà il Marchisio di prima".

Sullo stesso argomento