thumbnail Ciao,

L'ex del Real Madrid Martin Vazquez ha commentato la gara che i Blancos affronteranno martedì contro la Juventus. "Per i bianconeri non c'è scelta, devono vincere", ha detto.



La Juventus è attesa martedì dal match contro il Real Madrid in Champions League. Partita fondamentale, dopo la sconfitta rimediata al Bernabeu, non senza polemiche da parte bianconera per l'arbitraggio. A dire la sua sull'argomento è stato anche Martin Vazquez, ex Real Madrid e Torino, che è stato intervistato da TuttoSport

"Non ha arbitrato bene - ha detto l'ex granata - Doveva ammonire Chiellini sul rigore, una trattenuta netta quanto assurda. Poi, ha sbagliato a espellerlo. Il fallo su Ronaldo c'’è, ma è da giallo. Chiellini sarebbe stato comunque espulso ed è per questo che dico che l’'arbitro ha sbagliato, ma non è stato determinante".

L'espulsione di Chiellini è scaturita da quella che i bianconeri hanno definito una clamorosa simulazione di Cristiano Ronaldo... "Se ci mettiamo a guardare tutte le azioni, non la finiamo più - ha detto ancora Martin Vazquez - Detto questo, ogni calciatore cerca di portare l’'acqua al proprio mulino e trarre vantaggio da tutte le situazioni. La Juve nel primo tempo mi è piaciuta, anche se mi aspettavo qualcosa in più soprattutto in fase di manovra. Pirlo, però, non era in vena. Il rosso a Chiellini, poi, ha rotto la partita. Anche se alla fine il Real Madrid non ha saputo approfittare della superiorità numerica e mettere al sicuro il risultato".

Per la Juventus sarà determinante la gara di ritorno... "La Juve è obbligata a vincere se non vuole mettersi in una situazione limite - ha detto - Ma non si tratta solo dei punti, è anche una questione di orgoglio, non può non vincere nemmeno una delle prime quattro partite. Sarebbe una delusione enorme che una squadra di questo livello venisse eliminata ancor prima degli ottavi".

E Pirlo, come vedrebbe un suo futuro al Real Madrid? "Non credo che il Real possa essere interessato a un calciatore che oggi ha già 34 anni - ha detto ancora Vazquez - E non lo dico per la qualità. Pirlo ha una classe sopraffina e potrebbe giocare in tutte le squadre del mondo. Però, non mi sembrerebbe logico. Buffon e Casillas? Sono ancora due tra i migliori portieri del mondo. Attraversano, come tutti, momenti di alti e bassi, ma il loro valore non è in discussione. Conte o Ancelotti? Sono entrambi grandi allenatori. Non si arriva per caso ad allenare squadre come la Juve o il Real. Quello che posso dire è che da madridista spero che il gioco della squadra possa migliorare ancora dopo gli ultimi progressi".

Sullo stesso argomento