thumbnail Ciao,

Arrabbiatissimo il patron del Catania che ha prima litigato con degli steward e poi attaccato Chiellini: "Ha commesso un fallo vigliacco perchè sa di godere dell'impunità".



Gonzalo Bergessio sarà costretto a restare fuori per due mesi in seguito al duro fallo subìto nel finale di Juventus-Catania da Giorgio Chiellini. Un fallo arrivato sul punteggio di 4-0 e che ha causato la rottura del perone all'attaccante argentino.

Il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, non ci sta e, ai microfoni di 'Telecolor', ha duramente attaccato il difensore della Juventus: "L'intervento di Chiellini su Bergessio - ha commentato furente - è di una violenza inaudita, spocchioso e vigliacco, commesso da uno che sa di godere dell'impunità". Parole forti quelle del patron etneo, che già lo scorso anno era stato deferito per le dichiarazioni rilasciate dopo Catania-Juventus.

Al presidente etneo fanno eco, sui social network, i tifosi rossazzurri. Molti di loro hanno utilizzato la pagina Facebook del difensore della Juventus per invitarlo a scusarsi con l'attaccante argentino ed accusandolo di aver commesso un intervento evitabile a risultato ormai acquisito.

Durante l'intervallo, inoltre, Pulvirenti ha avuto un alterco con uno steward che, non avendolo riconosciuto si era rifiutato di farlo entrare negli spogliatoi del Catania. Stando a quanto riporta 'Tuttosport' si è arrivati quasi alle mani, prima che a Pulvirenti fosse concesso l'ingresso nello spogliatoio rossazzurro.

Uno dei due collaboratori che accompagnavano il presidente, però, pare abbia spinto violentemente una porta colpendo inavvertitamente alla testa una hostess che stava dall'altra parte. Niente di grave, anche se la ragazza ha dovuto ricorrere alle cure dei medici dello stadio.

Resosi conto del grave infortunio di Bergessio, Giorgio Chiellini ha tuttavia voluto scusarsi ufficialmente sul suo profilo ufficiale di Twitter.

"Buongiorno a tutti, - ha scritto il difensore della Juventus questa mattina - ci tenevo a scusarmi anche pubblicamente con Bergessio per il mio fallo che ha causato il suo infortunio. Sono intervenuto sicuro di prendere il pallone, - ha spiegato ancora il centrale - lui mi ha anticipato e purtroppo ho colpito in pieno la sua gamba. Mi dispiace davvero tanto e gli faccio il mio più grande in bocca al lupo per una pronta guarigione".

Bergessio ha quindi accettato di perdonare Chiellini per quanto capitato ieri allo Juventus Stadium, ponendo fine alla querelle. "Sono cose che accadono, - ha commentato anche lui su Twitter - non lo ha fatto apposta accetto le scuse, tutto bene". Messaggio ritwittato da Chiellini e pace fatta, almeno sul social network.


Sullo stesso argomento