thumbnail Ciao,

"Se non continuiamo così, questo filotto sarà servito a poco - dice dopo il 2-0 al Napoli - Titolo? Precoce parlarne. Il mio salvataggio sulla linea? Il merito è di De Sanctis".



E ora, chi la sottovaluta più questa Roma? A dire il vero le 7 vittorie precedenti avevano fatto capire che la squadra di Garcia è una seria candidata allo scudetto, ma il 2-0 al Napoli nel vero big match di questo avvio di campionato spaventa ancor più chi insegue. Anche se Daniele De Rossi tiene i piedi per terra.

"Non sarà sempre così, ma continuando a lavorare ci possiamo togliere soddisfazioni - dice nell'immediato post-partita il centrocampista giallorosso, premiato come 'Uomo partita Sky' - Credo sia precoce parlare di titolo, ma continuando così possiamo certamente fare grandi cose".

Fondamentale, ai fini della vittoria, un suo salvataggio quasi sulla linea nel primo tempo. "Il salvataggio lo ha fatto De Sanctis, che è rimasto in piedi fino all'ultimo - ribatte lui - Morgan è un portiere che fa due parate a partita ma si fa sempre trovare pronto. Se non avesse deviato il tiro di Pandev io sarei servito a poco".

La Roma appare senza freni: segna tantissimo e subisce pochissimo, appena una rete. "Lavoriamo tanto, attacchiamo in 11 e difendiamo in 11 - continua de Rossi - Vorrei spendere due parole per Borriello, lo hanno dato in partenza per qualunque squadra ma lui è rimasto. E' un professionista, accetta le scelte dell'allenatore e tiene alto il morale in spogliatoio. Avercene di giocatori così...".

Sul filotto di 8 successi consecutivi: "Una volta ne abbiamo vinte 11 di seguito e siamo arrivati quinti. Per cui le vittorie di fila servono a poco se poi non si continua a vincere anche dopo".

Sullo stesso argomento