thumbnail Ciao,

"Non vi dirò mai chi è, dico solo che è per il prossimo anno - dice il ds giallorosso - Mio futuro all'Inter? Non è il momento. Siamo partiti alla grande, speriamo di durare".



Attimi precedenti a Roma-Napoli. Walter Sabatini ha la tensione disegnata in volto. Sa benissimo che, dopo la strepitosa vittoria contro l'Inter, l'anticipo contro il Napoli altra forza del campionato è per la sua Roma il secondo grande esame della stagione.

"Se mi aspettavo un avvio così? Abbiamo anche esagerato - sorride, intercettato da 'Sky Sport' - giocando bene e vincendo". Al Napoli manca ancora una volta la sua punta di diamante, Gonzalo Higuain. "Ma c'è Pandev, che è un giocatore che mi terrorizza (testuale, ndr). Non è inferiore all'argentino".

Sulle voci che lo accostano all'Inter: "Io piaccio a Thohir? Non è questo il momento di parlare di una questione che non mi riguarda. Cosa ci siamo detti con Pallotta? Lui ha un approccio diverso dal mio alle partite, sdrammatizza maggiormente... Gli stavo annunciando l'acquisizione di un calciatore, ma non vi dico chi. E' un'operazione per l'anno prossimo".

"Non so quanto dureremo, spero solo che non cessi il trend positivo - continua ancora Sabatini - ma ho buone sensazioni perché vedo la coesione tra Garcia e la squadra". Su Dodô, schierato titolare contro gli azzurri: "E' un 92 sfortunato, perché è arrivato infortunato ed ha avuto una ricaduta, ma ha una grande valore".

Sullo stesso argomento