thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Nonostante le smentite, Leonardo è già stato contattato dagli uomini di Thohir che gli avrebbero proposto un ritorno in società con un ruolo dirigenziale.



Benvenuti nella nuova era. L'Inter di Erick Thohir sta iniziando a prendere forma, a cominciare dalla ripartizione delle quote con il 30% all'indonesiano, il 30% a Moratti e un rispettivo 20% agli altri due nuovi soci comunque legati alla cordata del tycoon, ovvero Roeslani e Soetedjo. Indonesia al potere, quindi, come previsto. Ma mentre le quote vengono definite anche davanti all'attuale Consiglio di Amministrazione, mentre si attende di annunciare e decidere il prossimo CdA e mentre - soprattutto - si attendono le firme a giorni (ormai, praticamente ore), Thohir ha già dato mandato ai suoi uomini di fiducia di avviare i contatti per gli uomini che vorrebbe nella sua nuova Inter.

Quella che sarà gestita insieme a Massimo Moratti, almeno all'inizio e per i prossimi uno o due anni. Una figura ideale come linea d'unione tra passato e presente proiettandosi al futuro è sicuramente Leonardo. Non un nome a caso. Perché nonostante le smentite di rito del brasiliano ormai libero da mesi dopo le dimissioni da direttore generale e dell'area tecnica al Paris Saint-Germain, i primi sondaggi ci sono stati. Eccome. Tanto che Leo sta discutendo proprio della possibilità di un'altra era milanese nella sua vita con i propri familiari, nel momento più adatto proprio a ridosso del matrimonio.

Leonardo è stato già informato dell'interesse, eccome. Massimo Moratti lo stima tantissimo, Thohir conosceva di fama il calciatore e ne ha potuto apprezzare le qualità dirigenziali. In più, quando ne ha discusso con Moratti, è rimasto favorevolmente colpito dal profilo internazionale di Leo: parla sei lingue, conquista i giocatori con il suo fare, è un accentratore della società ma in senso decisamente positivo. E pazienza se le sue 'fughe' ormai sono diventate famose. La scrivania di una nuova Inter, da ricostruire con progetto, soldi e presidenza nuova, alletterebbe chiunque.

Gli uomini più vicini a Thohir hanno già avviato i contatti con Leonardo. Ci vorrà tempo perché prima si dovrà completare l'iter burocratico con l'Inter da parte della cordata indonesiana; poi, dal prossimo gennaio o febbraio si passerà a capire sul serio se il ritorno di Leo da dirigente è concretizzabile realmente. Perché anche Leonardo vuole vederci chiaro: quale sarebbe il budget? Che aree dovrebbe coprire? Con chi andrebbe a 'convivere' in dirigenza? Avrà carta bianca o dovrà confrontarsi con qualcuno necessariamente sul mercato? Tanti interrogativi a cui vanno date risposte precise, ora non è ancora il momento giusto.

Ma quello delle prime telefonate quantomeno informative, a livello di stima e idea, sì. Naturalmente, Leonardo sarebbe un'ipotesi solo valida a partire dalla prossima estate, quando - come più volte vi abbiamo spiegato - si vedrà effettivamente la mano di Thohir iniziare a plasmare l'Inter. Forse, con un Leonardo in più. Questa volta, niente fuga ma... ritorno?

Segui Fabrizio Romano su

Sullo stesso argomento