thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - La società ha avuto un contatto con gli agenti del 'Principe': serenità tra le parti ma non è da escludere un addio dell'argentino a fine stagione...

I goal della Serie A sul tuo smartphone, all'istante! Scopri GoalFlash

Certi amori non finiscono, dicono dall'altra parte di Milano. Quella sponda Milan, dove la stella Kakà è tornata. All'Inter, invece, sta tornando il Principe. Senza fretta, ma comunque con tempi da record: Diego Milito ha subito ritrovato la confidenza con il goal contro il Lugano. Imballato fisicamente come normale che sia, d'accordo; ma i progressi sono quelli giusti e l'infortunio di febbraio col Cluj sembra ormai solo un lontano, cattivo ricordo.

L'amore con l'Inter, intanto, non finisce. I tifosi lo amano sempre, gli saranno grati comunque andrà a finire. Ma c'è qualche sfumatura importante da ritoccare per capire come e quando si definirà la storia con Diego. Perché il contratto è in scadenza nel 2014 e c'è un grosso punto interrogativo ormai da tempo sul destino del Principe. I suoi agenti un contatto con la società lo hanno già avuto: informale, sereno, tranquillo.

Milito lo ha chiarito in tempi non sospetti: gli piacerebbe tornare in Argentina quando vorrà chiudere la carriera, sul tavolo ha già un'offerta del Racing Avellaneda formalizzata anche a livello scritto. Il Principe non ha declinato, ma vuole pensarci. Perché l'Inter ha in mente da tempo di rinnovargli il contratto con spalmatura del pesante ingaggio da oltre 4 milioni, che verrebbe sensibilmente ridotto. La proposta sarebbe per un biennale, se ne è accennato nel contatto procuratori-società.

Tanto, però, dipenderà dal rientro dall'infortunio. E' questo il patto che hanno varato l'Inter e Diego Milito tramite il suo entourage: vediamo Diego come rientra dal problema al ginocchio, poi nel prossimo inverno si valuta se rinnovare oppure dirsi addio con immutata stima. Milito ha preso tempo anche con il Racing e con le altre squadre che si farebbero naturalmente avanti qualora dovesse liberarsi a zero euro, a giugno prossimo.

Priorità all'Inter e alle valutazioni quando lo status fisico sarà chiaro, poi la decisione sul futuro. I contatti sono già iniziati. Il Principe ora pensa a rientrare. Prima il presente, poi il futuro. Senza problemi con l'Inter.

Segui Fabrizio Romano su

Sullo stesso argomento