thumbnail Ciao,

Il difensore del Sassuolo, Francesco Acerbi, rivela ai margini del Trofeo Tim: "Il tumore un fulmine al ciel sereno, ma ora sto bene, sono pronto a ritornare protagonista".

Nella serata in cui il suo Sassuolo trionfa nel Trofeo Tim, Francesco Acerbi, neo-acquisto del presidente Squinzi, si apre ai microfoni di 'Canale 5': "Il tumore ai testicoli è stato un fulmine a ciel sereno - ha detto il calciatore, che mercoledì scorso è stato operato per l'asportazione della massa tumorale - Ringrazio i medici della società per aver diagnosticato per tempo il problema, ma fortunatamente ora sto bene e voglio buttarmi tutto alle spalle".

Il ragazzo è reduce da una stagione tra alti e bassi, trascorsa tra Milano, sponda rossonera, dove non è riuscito a dimostrare il suo valore, e il ritorno in gennaio al Chievo, maglia con la quale si era messo in luce tanto da suscitare l'interesse di Adriano Galliani. Il Sassuolo ne ha acquistato metà cartellino dal Genoa, affidando a lui le chiavi della difesa della squadra di mister Di Francesco, il quale non vede l'ora di poterlo riavere a disposizione.

Acerbi svela i suoi prossimi obiettivi: "Voglio tornare protagonista come due anni fa, quando col Chievo disputai un'ottima stagione, per questo ho scelto il Sassuolo. Spero di riaggregarmi presto al gruppo, sono pronto a dare il 100% sul campo per dimostrare il mio vero valore".

Infine, torna sul tumore: "Quando ti diagnosticano un problema del genere, ti passa per la testa qualsiasi cosa, ma in quel momento realizzi ciò che vuoi veramente dalla vita. Il mio sogno è quello di giocare a calcio e dimostrerò di poterlo fare ad alti livelli".

Sullo stesso argomento