thumbnail Ciao,

Il difensore nega particolari problemi con il capitano giallorosso, e assicura: "Ci siamo già chiariti, tutto risolto. Ora pensiamo a battere il Siena".

Philippe Mexes come un toro, quando vede giallorosso si scatena e risulta spesso decisivo, nel bene come nel male. Stasera è stato lui a provocare in qualche modo l'espulsione di Totti, l'ex compagno ha infatti pagato con il rosso una manata sferrata al transalpino.

"Totti non mi ha preso in faccia, sicuramente gli ho dato anche io 2-3 calci e so che non gli piace quando un difensore non molla. Al fischio finale ci siamo chiariti e scusati a vicenda. Questo episodio è stato piccolo rispetto ai cori razzisti che abbiamo sentito, ora dobbiamo ricompattarci e vincere la partita a Siena" - ha spiegato il difensore del Milan a 'Sky'.

Quindi Mexes si sofferma su quanto accaduto anche stasera a Balotelli, e ammette: "I cori li abbiamo sentiti, credo che l'arbitro abbia fatto la cosa giusta, sono cose che non devono succedere".

Poi il francese osserva: "Avrei firmato subito per ritrovarci in questa situazione di classifica a questo punto dell'anno. Abbiamo vissuto momenti delicati quest'anno e se arriviamo in Champions sarà un'impresa". La chiosa finale è sul futuro di mister Allegri: "Mi ha dato fiducia e non era semplice, arrivai da infortunato. Ci dispiacerebbe se andasse via, ma ora pensiamo solo a chiudere la questione Champions".

Sullo stesso argomento