thumbnail Ciao,

Giunto alla terza stagione nerazzurra, l'ex Bari indosserà la fascia da capitano al posto di Pupi: "E' il nostro simbolo da anni, era capitano prima che io nascessi...".

Dopo aver peso per infortunio praticamente tutti i titolari, l'Inter dovrà fare a meno per i prossimi sei mesi del proprio gran capitano, Javier Zanetti. Un colpo durissimo per l'argentino e i suoi giovani compagni, di cui è sempre stato consigliere e maestro.

Dpo averla indossata in passato, ora la fascia da capitano andrà al braccio di Andrea Ranocchia: "Una responsabilità incredibile per me. La ha indossata gente che ha fatto la storia dell'Inter, è una fascia pesante, spero di esser stato all'altezza".

L'ex Bari ha parlato del compagni a 'Sky Sport': "Dispiace ovviamente a tutti per Javier. Questi infortuni sono lunghi e dolorosi, ci sono passato e quindi so cosa vuol dire. Zanetti è il nostro simbolo da anni, quasi quasi era capitano prima che nascessi io... Comunque so che ha le qualità per tornare in relativo breve tempo".

Ranocchia ha poi parlato del proprio futuro: "Non ho mai pensato di andare via, sono arrivato da squadra medio-basse e anche l'anno scorso che ho giocato poco e fatto male ho sempre pensato di restare e finire qui la mia carriera".

L'anno prossimo potrebbe non esserci Stramaccioni: "Il presidente vuole continuare col mister, per noi sarà più facile ripartire con un tecnico che ha cercato di dare una impronta alla squadra".

Nel prossimo turno di campionato big match contro il Napoli: "Quando abbiamo affrontato squadre d'alto livello abbiamo sempre tirato fuori il meglio".

Sullo stesso argomento