thumbnail Ciao,

Il tecnico riprende il giovane attaccante argentino, ancora una volta l'ombra di se stesso. Il presidente Garrone lascia anzitempo lo stadio, mentre Eder urla: "Sveglia!".

Due punti nelle ultime cinque partite sono sintomo evidente di una Sampdoria completamente svuotata in questo finale di stagione. Tanti errori, poca concentrazione e troppi giocatori fuori forma o già mentalmente in vacanza. La fotografia della brutta sconfitta con la Fiorentina è il presidentre Garrone che lascia lo stadio appena dopo il terzo goal viola.

Sulla graticola il portiere Romero, ancora una volta protagonista di più di un'incertezza. Il titolare della Seleccion è anche il giocatore più pagato della rosa blucerchiata - il suo ingaggio è superiore al milione e 700 mila euro - ed un altro paio di prestazioni del genere potrebbeo convincere la dirigenza a sacrificarlo sul mercato.

Chi invece è già stato sacrificato è Mauro Icardi, che da quando è stato annunciato come prossimo rinforzo  all'Inter è diventato l'ombra di se stesso. Ieri è entrato ad inzio ripresa al posto di Maxi Lopez, ma non ha dato nessuno aiuto alla squadra, al punto che Delio Rossi, vedendolo molle in campo, lo ha richiamato: "Visto che sei entrato ora almeno corri..".

La stagione volge ormai al termine, ma Eder non vuole concluderla nel più totale anonimato e suona la carica: "Ora non dobbiamo cercare scuse perché non siamo questi e dobbiamo ritrovare la cattiveria giusta. Nelle ultime gare con Genoa e Bologna avevamo ritrovato lo spirito che avevamo perso col Palermo ma contro la Fiorentina abbiamo fatto davvero una brutta partita e siamo ricaduti nello stesso errore".

"Questa settimana dobbiamo ricompattarci e ottenere i punti che ci mancano per la salvezza. Andremo a Udine per fare la nostra partita e dare il massimo per chiudere il discorso classifica
- conclude il brasiliano - , anche se sappiamo che sarà un’altra sfida difficile".




Sullo stesso argomento