thumbnail Ciao,

ANALISI - Rossoneri molto in alto nel Ranking Uefa, sicuri di essere testa di serie. Discorso diverso per i viola, che potrebbero trovarsi di fronte squadre come il Chelsea...

Cinque giornate alla fine, 450’ minuti di sofferenza e trepidazione per capire chi fra Milan e Fiorentina approderà ai playoff della Champions League il prossimo Agosto. I rossoneri, quindici giorni fa, avevano la grande occasione per chiudere del tutto il discorso, quando al 65’ con l’uomo in più erano in vantaggio per 2-0 sulla Fiorentina, che sarebbe scivolata a meno 9; invece la squadra di Montella è riuscita a rimontare fra le polemiche rossonere per la “disastrosa” prestazione di Tagliavento, rimanendo a meno 6.

Sembravano comunque punti pesanti, ma il Milan nelle ultime due giornate è riuscito solamente ad ottenere un punto (pari casalingo con il Napoli e sconfitta in casa della Juventus), mentre la Fiorentina ha espugnato prima Bergamo poi ha vinto contro il Torino, portandosi ad un solo punto.

Guardando il calendario restante il Milan, almeno sulla carta, è leggermente favorito, perché oltre al ritorno di Mario Balotelli, può contare su due gare interne non impossibili (Catania e Torino), mentre la Fiorentina sarà ospite dell’ex Delio Rossi a Genova (vorrà prendersi una rivincita dopo l’esonero della scorsa stagione) e poi riceverà la Roma, squadra alla ricerca di punti per l’Europa.

Nelle ultime tre partite il Milan sarà di scena a Pescara e Siena mentre riceverà la Roma a san Siro: non impossibile ottenere 9 punti; la Fiorentina, invece, se la vedrà nel derby in trasferta a Siena (è sempre un derby e sicuramente il Siena lotterà per non retrocedere) e chiuderà a Pescara: nel mezzo la gara casalinga contro il Palermo, alla ricerca di punti preziosi.

Se il Milan arriverà terzo, e quindi ai preliminari di Champions, sarà sicuramente testa di serie ed eviterà le inglesi, spagnole e tedesche. Non poco, visto che soprattutto in Premier si giocano il quarto posto Arsenal, Chelsea e Tottenham. Il Diavolo potrebbe pescare squadre toste ma non impossibili da battere, come ad esempio il Metalist, il Fenerbahce (semifinalista in Europa League) o compagini belghe, danesi, svizzere ed austriache.

Caso inverso per la Fiorentina, che non essendo testa di serie al 90% (salvo clamorosi risultati nel terzo turno), potrebbe pescare un’inglese, una tedesca, una spagnola, una francese oppure una russa. Ovviamente, in caso di eliminazione dai playoff di Champions, le squadre perdenti verranno retrocesse in Europa League…

Vediamo nel dettaglio, a poche giornate dal termine, com’è la situazione per un posto Champions negli altri paesi.

LA GRIGLIA PER IL TERZO TURNO PRELIMINARE
CAMPIONATO AL TERMINE QUALIFICATA OGGI ALTERNATIVE
Francia (3ª) 5 giornate Lione Marsiglia, Lilla
Olanda (2ª) 3 giornate PSV Feyenoord, Vitesse
Russia (2ª) 5 giornate Zenit CSKA, Anzhi
Ucraina (2ª) 5 giornate Metalist Dinamo Kiev
Grecia (2ª) Playoff PAOK, Asteras, Atromitos, PAS
Turchia (2ª) 4 giornate Fenerbahce Besiktas, Bursaspor
Belgio (2ª) Playoff Anderlecht Zulte, Standard
Danimarca (2ª) 5 giornate Nordsjaelland Randers
Svizzera (2ª) 5 giornate Grasshopper Basilea, San Gallo
Austria (2ª) 6 giornate Red Bull Salisburgo Austria Vienna

LA GRIGLIA PER I PLAYOFF 'PIAZZATI'
CAMPIONATO AL TERMINE QUALIFICATA OGGI ALTERNATIVE
Inghilterra (4ª) 4 giornate Chelsea Arsenal, Tottenham
Spagna (4ª) 6 giornate Real Sociedad Valencia
Germania (4ª) 4 giornate Schalke 04 Friburgo, Eintracht,
Gladbach, Amburgo
Italia (3ª) 5 giornate Milan Fiorentina
Portogallo (3ª) 5 giornate Pacos Ferreira Braga
+ le cinque squadre qualificate dal terzo turno preliminare

Sullo stesso argomento