thumbnail Ciao,

"In questo momento non credo però che Moratti ci stia pensando" dice il tecnico boemo, che poi parla del flop alla Roma: "Mancava esperienza, ci sono state delle incomprensioni".

Tra i papabili alla sostituzione di Andrea Stramaccioni, se questi non sarà confermato alla guida dell'Inter a fine stagione, nei giorni scorsi è spuntato pure il nome di Zdenek Zeman. Il boemo è reduce da una stagione negativa alla Roma, ma accetterebbe di buon grado una chiamata nerazzurra.

"Fino a questo momento non mi hanno contattato - dice l'ex allenatore giallorosso ai microfoni di 'Rai Sport' - più avanti vedremo cosa potrà succedere. Non rifiuterei l'Inter, nessuno può dire di no ad un club così, ma prima bisogna essere chiamati. Ma in questo momento non credo che Moratti abbia ancora fatto dei ragionamenti in tal senso".

Nonostante il suo ritorno alla Roma non abbia funzionato, Zeman è convinto di avere seminato qualcosa di positivo. "C'è tanto della mia squadra nel raggiungimento della finale di Coppa Italia. La vittoria dell'andata con l'Inter (quando il boemo ancora sedeva sulla panchina giallorossa, ndr) ha facilitato le cose in vista del ritorno".

Cosa non ha funzionato? "Troppi giocatori nuovi, 14, di cui 9 titolari. Ci sono state delle incomprensioni. Molti, peraltro, erano alla prima esperienza nel campionato italiano. Ho cercato di basarmi sulla cultura del lavoro, sulla disciplina e sull'onestà, ma non è bastato".

Sullo stesso argomento