thumbnail Ciao,

ANALISI - Domenica sera in campo Juventus e Milan, avversarie per il tricolore nella scorsa stagione, pronte a battagliare anche in quella a venire. Ecco i dati che lo confermano.

Dove eravamo rimasti? Juventus-Milan non è mai stata una partita come le altre, e non lo sarà certamente neppure domenica sera quando, sul prato dello 'Stadium', si ritroveranno due formazioni che, dopo essersi contese il tricolore nella scorsa stagione, rischiano seriamente di dover duellare tra loro anche in quella a venire.

A conferma di tale ipotesi analizziamo adesso insieme una serie di dati concreti che mostra come sia infatti il Milan, al netto di un avvio di campionato davvero disgraziato, l'unica squadra capace di tenere testa a Madama in questo biennio di vero e proprio dominio bianconero.

Galliani d'altronde, proprio all'anti-vigilia del match in programma allo 'Stadium', non ha certo usato una metafora per asserire l'assoluta competitività del Diavolo sul fronte interno: "Da 24 giornate stiamo facendo gli stessi punti dei bianconeri, io credo che il Milan non sia inferiore alla squadra di Conte. Io credo che se nella prossima stagione le due squadre ripartissero con le stesse formazioni il Milan non avrebbe 15 punti di distanza dalla Juve dopo otto giornate. Noi abbiamo pagato il fatto di aver perso giocatori importanti la scorsa estate".

DIAVOLO AL PASSO CON MADAMA: I NUMERI A CONFRONTO
JUVENTUS
MILAN

IN SINTESI
42 punti DA MILAN-JUVE DELL'ANDATA
44 punti
30 punti NEL GIRONE DI RITORNO
29 punti
25 punti DAL MERCATO DI GENNAIO
22 punti

Dati che possono non piacere ma che, peraltro, restano incontrovertibili. Se infatti il Napoli ha mostrato il classico braccino da tennista, non riuscendo mai ad affondare il colpo approfittando appieno dei, per la verità pochissimi, passaggi a vuoto della Vecchia Signora, ben altro si può dire del Milan. I rossoneri infatti, dopo una partenza decisamente lenta, dal match d'andata vinto per 1-0 fino ad oggi, hanno collezionato ben 44 punti, addirittura due in più dunque della schiacciasassi in bianco e nero.

Anche analizzando i punti raccolti dalle due squadre nel solo girone di ritorno, gli uomini di Allegri tengono perfettamente il passo della Juventus capolista, avendo raccolto la bellezza di 29 punti, appena uno in meno della Vecchia Signora, con la possibilità del sorpasso simbolico in caso di successo allo 'Stadium'.

Dalla fine del mercato di gennaio, che ha regalato al Milan un rinforzo che di nome fa Mario e di cognome Balotelli, il Milan ha invece ottenuto 22 punti. Tre in meno della Juve, ma bottino che comunque conferma il trend positivo del Diavolo, ormai pienamente tornato ai vertici del calcio italiano.

Ecco perchè non risulta difficile immaginare nella prossima stagione un revival del duello che per tanti anni ha caratterizzato il nostro calcio, con Juve e Milan pronte a contendersi il titolo di Campione d'Italia, spartendosi i trionfi sul fronte interno in modo quasi equanime.

Quello che appare certo comunque è come i rossoneri, in attesa di tornare a cullare sogni tricolori, vivano in modo decisamente intenso questa vigilia, consapevoli che un successo contro Madama potrebbe rilanciare le ambizioni di secondo posto della truppa di Allegri.

Conte dal canto suo non intende di certo lasciare strada libera ad una società con cui i battibecchi, durante questo biennio, non sono mancati. Dal goal di Muntari all'inesistente mani di Isla, le polemiche arbitrali l'hanno fatta spesso da padrone. Una vittoria contro i rossoneri inoltre consentirebbe al mister leccese di rilanciare l'Opa lanciata dalla Juventus sul campionato italiano, chiudendo ogni flebile sogno di remuntada in quel di Napoli.

Secondo posto e primato simbolico in Italia per il Milan, match point Scudetto e voglia di rivalsa sui rossoneri per Madama. La gara dello 'Stadium' ha già avuto inizio. Only the brave, Conte e Allegri sono pronti al duello, con vista panoramica sul campionato 2013/14.

Sullo stesso argomento