thumbnail Ciao,

Mario non è andato in rete dopo 4 partite a segno, ma ha dato il proprio contributo. Con lui il Milan vola: nel 2013 ha fatto più punti di tutti e non prende goal da 379 minuti.

Incredibile: Mario Balotelli non ha segnato. Aveva timbrato il cartellino nelle ultime quattro partite, tra Milan e Nazionale, eppure ieri, sotto la pioggia del Bentegodi, non si è ripetuto. Eppure, si può dire che abbia inciso lo stesso: sua, la punizione non trattenuta da Puggioni che è valsa il tap-in vincente, e decisivo, di Montolivo.

Ecco, proprio a proposito di punizioni, l'ex Manchester City non si è fermato lì. Anzi, durante la partita ne ha calciati sette. E tutte le volte ha centrato la porta degli avversari, vedendosi costantemente respingere i palloni scagliati dal portiere. Niente goal, dunque, ma il piazzato del 25' è come se lo fosse.

Non solo: Balotelli durante il match di Verona si è segnalato anche nelle vesti di catalizzatore di falli. Ha fatto ammonire ben quattro giocatori del Chievo, condizionandoli lungo la gara: Cofie, Cesar, Andreolli e Dainelli, quest'ultimo poi espulso per doppio giallo a una decina di minuti dal termine.

Con l'insolito apporto di Balotelli, il Milan vola. E si conferma mortifero al Bentegodi: sei successi nelle ultime sei trasferte col Chievo, con almeno una rete segnata in ogni incontro. Nel 2013, poi, lo stato di forma dei rossoneri è impressionante: 30 punti, più di tutti, e un'imbattibilità di 379 minuti che dura dalla rete di Schelotto nel derby.

Sullo stesso argomento