thumbnail Ciao,

Il patron nerazzurro ha lasciato San Siro visibilmente amareggiato. L'arbitraggio di Rizzoli non gli è piaciuto, e nemmeno il risultato, a suo dire ingiusto.

L'Inter cade sotto i colpi di una Juventus più cinica e concreta. Come in ogni 'Derby d'Italia' che si rispetti, non poteva mancare il corollario delle polemiche arbitrali. Sono i nerazzurri a lamentarsi, esattamente per un penalty non concesso dall'arbitro Rizzoli per un fallo ai danni di Antonio Cassano.

"C'era certamente un rigore su Cassano ma è inutile star qui a lamentarsi se l'arbitro non lo ha dato", ha spiegato un delusissimo Massimo Moratti mentre lasciava lo stadio di 'San Siro'.

Secondo il patron interista "un pareggio sarebbe stato certamente più adatto. La squadra ha fatto la sua gara, nel primo tempo entrambe le squadre non hanno combinato moltissimo".

Un ko, quello di oggi, che complica terribilmente la corsa dell'Inter verso l'agognato terzo posto. E che potrebbe mettere seriamente a rischio la riconferma di Andrea Stramaccioni, nonostante le smentite presidenziali.

Sullo stesso argomento