thumbnail Ciao,

Cambiasso perde la testa al fischio finale di Inter-Juventus: fallaccio su Giovinco e cartellino rosso! Poi le scuse: "Non volevo far male"

Il centrocampista nerazzurro ha perso la testa nel finale, travolgendo Giovinco. Pronte, però, le scuse del 'Cuchu' all'indirizzo del giocatore bianconero.

La sfida tra Inter e Juventus, come di consueto, non ha risparmiato colpi proibiti, polemiche e scontri. Dopo alcune proteste dei nerazzurri in seguito ad alcune decisioni dell'arbitro Rizzoli, la coda più velenosa è arrivata al fischio finale.

Mentre la Juventus gestiva l'ultimo possesso palla nella propria metà campo, provando a far correre il cronometro fino al termine dei minuti di recupero decisi dal direttore di gara, Cambiasso - proprio in concomitanza con il fischio finale di Rizzoli - è intervenuto in maniera durissima e scomposta su Sebastian Giovinco, che si era già disfatto del pallone.

Rizzoli, allora, insieme al fischio finale, ha sventolato anche il cartellino rosso in faccia al 'Cuchu', espulso dunque proprio sul gong. Lo stesso Cambiasso, però, si è reso conto della follia e si è subito scusato, per poi fare lo stesso negli spogliatoi, andando a sincerarsi delle condizioni della 'Formica Atomica'.

Intervenendo ai microfoni di Sky, poi, il centrocampista argentino ha aggiunto: "Sono arrivato in ritardo e scomposto, ma non volevo far male a Giovinco e spero riesca a recuperare. Sono andato a scusarmi nello spogliatoio e loro hanno capito che non c’era volontà di far male a nessuno da parte mia. E' la mia prima espulsione in Europa...".

Tutto è bene quel che finisce bene, insomma. O quasi...

Sullo stesso argomento