thumbnail Ciao,

La squadra di Conte vuole vendicare il ko dello Juventus Stadium e rispondere sul campo alle provocazioni di Cassano, che riscaldano l'atmosfera prima del big match si San Siro.

"Ho detto tre volte di no alla Juventus, lì cercano soldatini". Con queste poche parole Antonio Cassano riuscì qualche mese fa a graffiare l'orgoglio della Juventus, che con Bonucci e soprattutto Conte aveva risposto per le rime. La vittoria dell'Inter a Torino brucia ancora, ed i bianconeri vogliono prendersi la piena rivincita sabato sera a San Siro.

Conte sta quindi caricando i suoi 'soldatini' per rispondere una volta per tutte e nel modo migliore (sul campo) alle provocazioni mai dimenticate di Fantantonio. Il tecnico bianconero vuole trasmettere una forte carica agonistica ai suoi, anche in vista dell'importante match d'andata dei quarti di Champions in programma martedì prossimo contro il Bayern.

"Cerco valori umani importanti nei giocatori. Se dietro l’uomo c’è solo un quaquaraquà, rischi che ti faccia affondare, quindi preferiamo lasciare ad altri questo tipo di giocatori", l'ultima frecciata non troppo indiretta di Conte a Cassano, che non si è fatto pregare a controbattere: "Quaquaraquà non sono io, ma lui che è stato squalificato per omessa denuncia. Ho fatto tante cassanate nella mia carriera e per questo sono stato squalificato. Se lui viene a parlare di moralità a me è finito il mondo. Lui che è stato squalificato per omessa denuncia".

Insomma c'è tutto per gustarsi anche un accesissimo derby pugliese all'interno di Inter-Juventus. Resta soltanto da vedere se stavolta i soldatini riusciranno a vincere la spinosa resistenza del generale Fantantonio.


Sullo stesso argomento