thumbnail Ciao,

Il centrocampista ex Bologna torna a parlare a due mesi dal grave infortunio che lo ha colpito, la rottura del tendine d'Achille durante il match interno con il Torino.

"Sta andando bene. Adesso ho finalmente iniziato a fare le cure e la prossima settimana tolgo anche il tutore". Parla Gaby Mudingayi, e nelle sue parole si legge tutto il sollievo per una brutta storia che sta per essere messa alle spalle. Presto il grave infortunio di circa due mesi fa (la rottura del tendine d'Achille durante Inter-Torino dello scorso 27 gennaio) sarà solo un ricordo.

"Sono contento, comincio a vedere un po' di luce - ha spiegato l'ex centrocampista del Bologna a 'Inter Channel' - Per il campo bisogna aspettare ancora un po', ma le cose miglioreranno".

"Questo periodo è stato difficile - ha proseguito 'Mudi' - Non potevo fare nulla, sono rimasto praticamente un mese a casa. La cosa più dura è stato vedere i miei compagni allenarsi e non poter fare nulla per aiutarli. Purtroppo quest'anno è andata così, adesso cerco di recuperare il più in fretta possibile".

Le sensazioni del momento sono positive: "Mi sento già meglio perchè so che tra un po' inizierò a camminare senza il tutore, poi riprenderò a correre, che è la cosa più bella perchè ti dà qualcosa".

I compagni lo stanno sostenendo tantissimo: "Lavorare vicino alla squadra mi aiuta non poco, sentire che mi aspettano è qualcosa di molto bello. Poi il gruppo è molto unito e questo mi fa stare bene".

Sullo stesso argomento