thumbnail Ciao,

Mentre i tifosi nerazzurri sognano il ritorno del tecnico portoghese, l'ex difensore sta facendo il corso per allenatori a Coverciano e culla il desiderio di affiancare Mourinho.

Pochi allenatori hanno lasciato un segno indelebile nella nostra Serie A come Josè Mourinho. Il tecnico portoghese è rimasto soltanto due anni all'Inter, ma è entrato definitivamente nel cuore dei tifosi nerazzurri, che ora sognano il suo ritorno. Intanto Marco Materazzi sta facendo il corso per allenatori a Coverciano, cullando il desiderio di affiancare il suo ex allenatore in panchina.

Come si legge sulle pagine del 'Corriere dello Sport', ogni minimo cenno di apertura da parte dello Special One viene trasformato in suggestione nerazzurra, con i tifosi dell'Inter sempre speranzosi di rivedere il tecnico di Setubal sulla propria panchina.

A porre più di un interrogativo sul grande ritorno in Serie A di Mourinho però ci sono alcuni fattori rilevanti. In primis l'oneroso stipendio che il ct del Real Madrid percepisce, cifre insostenibili per qualsiasi società del nostro campionato. In secondo luogo resta da chiedersi se veramente Moratti sarebbe in grado di accontentare le costose richieste di Mou sul piano dei giocatori.

La concorrenza di colossi come Psg, Chelsea o Manchester City metterebbe immediatamente fuori causa l'Inter, anche se nel calcio tutto è possibile. Il presidente Massimo Moratti ha più volte smentito un possibile ritorno del portoghese, ma se l'obiettivo stagionale della qualificazione in Champions non dovesse essere raggiunto, il patron potrebbe pensare di riprendere Mourinho per invogliare nuovi sponsor o soci a puntare sulla squadra nerazzurra.

Ma se dovesse tornare lo Special One, potrebbe essere affiancato da un'altra vecchia gloria interista: il portoghese potrebbe infatti avere come assistente Marco Materazzi, che nel frattempo sta facendo il corso a Coverciano e sogna di lavorare con il suo ex allenatore.

L'ex difensore aveva già rivelato il suo sogno in un'intervista di gennaio a 'France Fotball': "Sogno di allenare in Inghilterra, magari affiancando Mourinho. Meglio stare con lui per trent’anni piuttosto che fare il semplice allenatore per due stagioni. Negli ultimi due mesi prima del suo addio all’Inter cercai di fargli cambiare idea, ma aveva già deciso di andarsene a Madrid".

Lo stesso Materazzi era rimasto deluso per il mancato inserimento nella società dopo il suo addio al calcio giocato, complice anche qualche frizione con alcuni elementi dello spogliatoio: "L’Inter non mi considera all’altezza di un ruolo nell’organigramma societario e nella vita, come nel calcio, la riconoscenza non esiste. Il rapporto con Moratti è comunque eccellente, anche se la mia esperienza avrebbe potuto rivelarsi utile". Ma con un eventuale ritorno di Mou, le cose cambierebbero totalmente.

Sullo stesso argomento