thumbnail Ciao,

L'iscrizione nel registro degli indagati è considerata un atto dovuto ed è atta a verificare se la Roma è stata oggetto di azioni che puntavano a speculazioni di borsa.

Sembrava potesse essere il primo sceicco a scegliere un club italiano, colui che avrebbe potuto portare la Roma ad un livello più alto grazie alla sua straordinaria ricchezza.

Quella dello sceicco Adnan Adel Arel al Qaddumi è stata una vicenda che con il passare dei giorni ha assunto contorni sempre più grigi. Prima la Roma ha annunciato l'inizio delle trattative, poi i tempi si sono allungati fino al comunicato di giovedì sera con la quale il club ha stoppato in via ufficiale ogni discorso.

Nella giornata di oggi è arrivata un'ulteriore notizia che vede Al Qaddumi iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Roma proprio per la trattativa intercorsa con il club capitolino. L'iscrizione, considerata un atto dovuto, è atta a verificare se la Roma è stata oggetto di azioni che puntavano a speculazioni di borsa.

Adnan Adel Arel al Qaddumi è quindi indagato per il reato di aggiotaggio.

Sullo stesso argomento