thumbnail Ciao,

Il portiere degli etnei chiude le polemiche della gara di andata e sottolinea: "Giochiamo contro la squadra più in forma del campionato e contro una fra le più quotate in Europa".

Dopo le grandi polemiche per gli episodi arbitrali della gara di andata giocata al Massimino, il Catania si prepara ad affrontare domenica a Torino la Juventus. Il portiere degli etnei, Mariano Andujar, in conferenza stampa, ha chiuso tutti i discorsi relativi alla precedente partita e ha sottolineato la forza dei bianconeri.

"Giochiamo contro la squadra più in forma del campionato italiano - ha affermato - e contro una delle più quotate in Europa. Siamo chiamati pertanto a fare la partita perfetta. La gara di andata? E' inutile pensarci ora, è un capitolo chiuso".

I siciliani vorranno comunque riscattare la sconfitta interna contro l'Inter. "Per la sfida persa con i nerazzurri c'è ovviamente rabbia - ha messo l'argentino - perché abbiamo perso l'opportunità di ritrovarci a soli 3 punti dalla Champions League, che certamente non era il nostro obiettivo a inizio stagione. La rimonta subita? Dovevamo avere tutti insieme l'intelligenza di gestire il risultato. Ora voltiamo pagina, abbiamo 11 giornate per fare di più di quello che abbiamo già fatto".

Per questo, anche contro un avversario sulla carta proibitivo, come la Juventus, il Catania intende giocarsi la partita senza timori reverenziali. "La Juventus è fortissima a prescindere dal fattore campo, - ha sottolineato - se dovessi scegliere un giocatore da togliere ai bianconeri ne sceglierei... almeno tre: Pirlo, Vucinic e Giovinco. Buffon, poi, per me resta il miglior portiere della storia del calcio. Ma noi anche in trasferta abbiamo dimostrato di avere una mentalità diversa rispetto agli anni passati".

Sullo stesso argomento