thumbnail Ciao,

Guidolin difende a spada tratta la sua Udinese: "Solo chi ha invidia ci critica. Milan giovane? Ha 20 anni in più di noi..."

Il tecnico friulano spedisce al mittente le critiche: "C'è questa abitudine di guardare il bicchere mezzo vuoto ed è una cosa che mi fa arrabiare. L'Europa è lontana, ma..."

E' un Guidolin spazza critiche quello che si presenta alla prima conferenza stampa della settimana. Il tecnico dell'Udinese si è voluto togliere qualche sassolino dalla scarpa, facendo notare a media e tifosi che quello che conta, alla fine, sono i risultati.

"Voglio difendere il nostro lavoro, solo chi ha invidia, non vede quanto fatto finora - ha detto - . Finora abbiamo fatto un campionato incredibile. La stragrande maggioranza della gente mi fa i complimenti. C'è però questa abitudine di guardare il bicchiere mezzo vuoto ed è una cosa che mi fa arrabbiare, perchè non si tiene conto della realtà. Io vedo il bicchiere pieno: l'Europa è molto lontana, ma un passo alla volta...".

"Io voglio rimanere qui - continua il 'Guido' - , come allenatore oppure in un'altra dimensione ma è presto per parlarne. Il mio attaccamento e affetto per questi posti è talmente grande e forte che per me l'Udinese viene in cima a tutti i pensieri, da sempre".

L'obiettivo del tecnico friulano è continuare a crescere, sognando l'Europa: "Noi dobbiamo giocare con le nostre armi, entrambe abbiamo partite difficili nel weekend. Dobbiamo stare agganciati al treno il più a lungo possibile".

Infine il 'Guido' ha concluso con una statistica: "Il Milan di Allegri che è giustamente ritenuto giovane per la formazione che ha messo sul campo domenica, a confronto della nostra, ha 20 anni in più complessivamente rispetto alla nostra"

Sullo stesso argomento