thumbnail Ciao,

Emmanuel Badu non ha mezzi termini per la sua guida tecnica, sul sito dell'Udinese lo dice chiaro e tondo, e rivela i segreti di un centrocampo giovanissimo e più che competitivo.

Emmanuel Agyemang-Badu, centrocampista della nazionale ghanese e dell’Udinese, ha ormai smaltito la delusione di una coppa d’Africa terminata anzitempo e si è già messo a lavoro con il suo club.

Nonostante il punticino rimediato nelle due giornate dal suo rientro, l’intesa con i compagni di reparto sembra ormai consolidata e la rimonta della squadra friulana è già fonte di soddisfazione.

"Mi intendo molto bene con Allan e Pereyra, nonostante non sia affatto semplice giocare in Serie A con un centrocampo così giovane” – si legge sul sito ufficiale della società bianconera – “il segreto è nella formula collaborazione, dinamismo e altruismo, e comunque in campo stiamo a sentire i compagni più esperti per sbagliare il meno possibile, da Totò principalmente".

Solo parole di elogio per il tecnico. "Con Guidolin c’è un rapporto splendido. Lui ha molta fiducia nei calciatori giovani, ci parla quotidianamente, consigliandoci e riempiendoci di suggerimenti: mi piacerebbe che fosse il mio allenatore per tutta la carriera!” non ha mancato di puntualizzare Badu.

Infine un piccolo sogno nel cassetto. “Segnare un goal per l’Udinese, in nazionale è tutto più facile qua invece non mi è mai successo e mi spiace. Onestamente mi accontenterei anche di un assist per Di Natale o Muriel, e soprattutto tornare da Pescara con tre punti in tasca”.

Sullo stesso argomento