thumbnail Ciao,

Il trequartista torna nella città dove è cresciuto, di fronte avrà l'amico Florenzi e capitan Totti: "Con il primo metto in palio una cena, chi per primo fa un tunnel...".

Non lo fermerà certo la gastroentretire che lo ha bloccato quest'oggi. Andrea Bertolacci vuole esserci, domenica. Nel prossimo turno di campionato, infatti, il Genoa affronterà la Roma allo stadio Olimpico, nella città in cui il giocatore di Ballardini è cresciuto.

"Passerà, all’Olimpico conto di esserci" le parole dell'ex Lecce al sito ufficiale della compagine genovese. Di fronte ci sarà Totti: "Gli chiederò se me presta l’elisir di lunga vita, una stagione pazzesca la sua, è in forma smagliante.

Nonostante le soddisfazioni avute in carriera, dimostra ogni volta quanto le motivazioni contino e che razza di professionista sia. E’ un simbolo, un esempio da prendere come modello".


Avversario anche Florenzi, suo amico: "Alessà? E’ come un fratello, mi basta guardarlo per capire che pensi… E’ in ascesa, un centrocampista tecnico e generoso, uno dei giovani emergenti nel campionato italiano.

E’ stato bravo a ritagliarsi un ruolo importante in una squadra di campioni. Lui per la Roma si taglierebbe le dita delle mani. Facciamo così, mettiamo in palio una cena: il primo che farà un tunnel all’altro, caccerà i soldi…".


Il tecnico del Grifone lo schiera costantemente titolare dietro Borriello: "Guardo avanti, non indietro. Nel nostro sistema ho trovato una collocazione utile, ma penso che ognuno debba pensare soprattutto al modo per migliorarsi, allenarsi a ritmi sempre più alti, ambire a elevare lo standard della continuità.

La classifica impone di badare al sodo, perché dovremo lottare sino all’ultimo. Ci aspettano tre gare molto toste, a cominciare da quella di domenica".

Sullo stesso argomento