thumbnail Ciao,

Conto alla rovescia per la sfida contro i nerazzurri. Ci sarà il pubblico delle grandi occasioni per una gara che potrà dire molto sull'ambizioni europee di entrambe le formazioni.

Il 'Massimino' sarà una bolgia. Per la partitissima che può valere l’Europa tra Catania (fino a qualche mese si parlava solo di salvezza) e Inter ci sarà il tutto esaurito. Pubblico delle grandi occasioni per una delle sfide più sentite in Sicilia al pari di quelle contro Juventus, Milan e Roma. Quest'ultima, poi, dopo quel clamoroso 7-0 a Catania è uno dei nemici storici.

Domenica, però, arriveranno i nerazzurri e se non fosse che la classifica indica un'altra storia staremo scrivendo di un Inter favorita su un Catania disperato di punti salvezza. Eppure le cose sembrano capovolte. Gli etnei volano a ritmo impressionante (considerando il solo girone di ritorno, sarebbero primi in un'ipotetica classifica!), di contro, gli uomini di Stramaccioni tra alti e bassi, stentano a decollare.

Una sfida che assume dunque un valore particolare alle pendici dell’Etna. Lo sa bene, l’amministatore delegato rossazzurro, Sergio Gasparin che dalle pagine del 'Corriere dello Sport' lancia il guanto di sfida.

Sappiamo che non sarà una passeggiata - afferma il dirigente rossazzurro - ma intendiamo provarci. Il gruppo, del resto, si è dimostrato competitivo, i 42 punti in classifica sono più che meritati. Continuiamo a giocare una partita per volta, senza fare tabelle, e alla fine tireremo le somme e vedremo dove saremo stati in grado di arrivare”.

Sullo stesso argomento