thumbnail Ciao,

Il tecnico felsineo si proietta già alla prossima gara di campionato con il Cagliari, poi, sulla sua permanenza in rossoblù afferma: "Ho ancora un anno di contratto"

Otto punti separano il Bologna dalla zona rossa della classifica. Un distacco che è aumentato dopo la vittoria nel derby dell’Appennino con la Fiorentina (2-1), la quarta in rimonta della stagione dopo i successi contro Roma, Napoli e Pescara.

Stefano Pioli dalle pagine della ‘Gazzetta dello Sport’ ha analizzato il momento positivo in casa felsinea: “Finora non abbiamo mai centrato due vittorie di fila, domenica arriva il Cagliari è può essere quella l'occasione per svoltare ma ci aspetta un compito durissimo perché la squadra sarda è in grande forma. Il Bologna è cresciuto con le sconfitte, è arrivata l'ora di crescere con le vittorie”.

Il tecnico si gode i suoi campioni, specie in attacco, reparto che è stato soprannominato a 'quattro stelle': “I successi interni con Chievo e Fiorentina, schierando dall'inizio Kone-Diamanti-Gabbiadini-Gila, dicono che può funzionare. Ma tutto dipende dagli equilibri dei reparti. Siamo maturi per reggere quattro giocatori offensivi anche se questo sistema non può essere definitivo”.

Poi una battuta sul futuro, dopo che nelle ultime settimane sono aumentati i rumors che lo vorrebbero altrove: "Sono voci che di solito escono dopo le vittorie. Ho un altro anno di contratto al Bologna, dove sto bene e dove lavoro al meglio. Se il mio calcio è apprezzato altrove mi può solo fare piacere. Ma tutto finisce qui”.

Sullo stesso argomento