thumbnail Ciao,

Il contratto del barese potrebbe essere prolungato di un anno, dunque fino al 2015. Da Moratti una precisa richiesta nei confronti del mister: "Dare più spazio ai nuovi...".

"Comincia un ciclo importante per noi, tre gare di campionato e due di Europa League, partite ravvicinate e intense che ci diranno molto sul nostro futuro". Andrea Stramaccioni sa che la sua Inter è di fronte ad un bivio. Dopo il pareggio colto nel derby è il momento di spiccare il volo, sia nella corsa Champions che sul fronte europeo.

Il tour de force inizierà domenica a Catania, per poi proseguire a Londra per l'andata degli ottavi di Europa League contro il Tottenham. Il 10 marzo arriverà a San Siro il Bologna, il 14 ci sarà il ritorno con gli Spurs e infine il 17 nuova trasferta sul campo della Sampdoria.

"Catania storicamente è un campo difficile per noi, ma in questi ultimi anni lo è per tutti - ha spiegato Stramaccioni, che ieri sera ha ricevuto un premio - Tranne poche eccezioni, in questa stagione hanno avuto difficoltà quasi tutte le squadre. Sarà una trasferta complicata, anche per il loro stato di forma. Inoltre, visti i punti in classifica, sarà un nuovo scontro diretto".

La stracittadina ha fatto felice a metà l'ambiente nerazzurro: "C’è una moderata soddisfazione per il risultato - le parole del mister, riportate da 'TuttoSport' - Siamo in crescita, però siamo l’Inter e non possiamo essere completamente soddisfatti di un pari nel derby. Ma per come si erano messe le cose, per lo stato di forma del Milan, è stato un buon risultato".

Da Moratti è arrivata una precisa richiesta: "Il presidente vuole che trovino più spazio i nuovi e io sono d’accordo. Questa è una stagione per gettare le basi. Non siamo ancora quelli che vogliamo o vorremmo essere, però i ragazzi nuovi stanno capendo la nuova realtà e torneranno utili".

Utile, ed anche qualcosa in più, si è rivelato Antonio Cassano: la società, soddisfatta del suo rendimento, ha intenzione di prolungare di un anno il contratto in scadenza a giugno 2014. Già avviati per questo i contatti con il manager Bozzo. Al barese basterà un altro assist o goal per usufruire del bonus da 200mila euro previsto al raggiungimento di 20 tra reti e passaggi vincenti.

Sullo stesso argomento