thumbnail Ciao,

Dopo il 'caso Guida' la Juventus segue con attenzione l'evolversi della situazione arbitrale intorno al Napoli, e da Torino si fa notare la curiosa statistica pro-azzurri.

Dopo il caso Guida, e la discutibile direzione del fischietto di Torre Annunziata nella gara tra Juventus e Genoa, i bianconeri tengono le antenne dritte e monitorano con attenzione la scelta dell'arbitro che sarà chiamato a dirigere il big match contro il Napoli.

Nella settimana iper polemica vissuta in casa azzurra dopo i fatti di Udine, in corso Galileo Ferraris si teme l'effetto compensanzione, che potrebbe manifestarsi proprio nello scontro Scudetto in programma al 'San Paolo' venerdì sera. Intanto ci pensa il quotidiano torinese 'Tuttosport' a scaldare gli animi bianconeri, ricordando una curiosa statistica pro-Napoli.

Nell’ultima stagione sportiva, contro il Napoli fu infatti fischiato un solo penalty, a Roma, contro la Lazio: era il 7 aprile del 2012. Da quel momento, mai più un avversario si è presentato dalla lunetta degli undici metri davanti alla porta difesa da De Sanctis. Un solo rigore contro in un campionato mezzo, rispetto ai sette fischiati ai bianconeri, di cui tre nella stagione scorsa e ben quattro nell'attuale.

Il discorso però si ribalta per quanto riguarda il conto dei rigori a favore. In questo campionato infatti sta meglio la Juventus: sette i penalty fischiati per i bianconeri, contro i cinque assegnati al Napoli. Nella stagione passata, invece, alla Juventus furono fischiati quattro penalty, mentre nove furono quelli dati al Napoli.

La Juventus peraltro non si è dimostrata troppo precisa nel raccogliere quanto ottenuto, almeno dagli undici metri: i bianconeri infatti sono riusciti a trasformarne soltanto quattro dei sette rigori a loro concessi. Uno solo invece l'errore commesso dai giocatori del Napoli sui cinque tentativi effettuati.

Anche nella stagione scorsa la Juve non aveva brillato quanto a precisione dal dischetto: due sole le trasformazioni vincenti su quattro tiri. Ancor peggio aveva fatto il Napoli, nove i rigori a favore ma appena quattro le trasformazioni andate a segno. Insomma, Napoli e Juve prime con merito ma non certo grazie alla precisione dei propri rigoristi.

Sullo stesso argomento