thumbnail Ciao,

Il presidente nerazzurro contesta la sanzione comminata all'Inter per i cori della Curva Nord: "Sono allibito". Prandelli assolve SuperMario: "Non ha fatto nulla di grave".

La severità del Giudice Sportivo riguardo a quanto successo sugli spalti durante il derby di domenica sera ha davvero mandato su tutte le furie il presidente dell'Inter, Massimo Moratti. Se infatti Adriano Galliani aveva promosso il pubblico di 'San Siro' nonostante i tanti cori versus Balotelli, non altrettanto è stato fatto da Tosel, che ha sanzionato i nerazzurri con una multa di cinquantamila euro.

L'Inter è stata infatti  punita per i cori razzisti nei confronti del quarantacinque rossonero e di altri giocatori del Milan, oltre che per il raggio laser usato da alcuni sostenitori nerazzurri nei confronti dei calciatori avversari.

Immediata è arrivata la dura replica del patron Moratti, riportata oggi sulle pagine della 'Gazzetta dello Sport': "La cosa che mi lascia allibito è la multa per cori razzisti. Credo che durante il derby il pubblico si sia comportato molto bene. Quella cifra si giustificherebbe in presenza di comportamenti estremi".

In casa Milan invece la multa da diecimila euro è stata accolta con freddezza, mentre a pagare caro il suo scatto d'ira sul finire del match è stato Balotelli, che per il gesto insultante rivolto nei confronti della Curva Nord nerazzurra dovrà pagare a sua volta diecimila euro di ammenda.

Nonostante un derby vissuto non proprio da protagonista, SuperMario domenica sera si è lungamente intrattenuto in discoteca insieme ai compagni di cresta, El Shaarawy e Niang. Balo è rimasto nel locale decisamente più a lungo degli altri gioielli rossoneri, particolare questo che comunque non ha preoccupato l'ambiente Milan, considerando che il lunedì era giorno libero e che l'attaccante stava festeggiando il compleanno del fratello.

Niente punizioni dunque. Oltre ad incassare la fiducia del club, Balo sembra poter godere anche della protezione dl Ct Prandelli: "Mario deve saper sopportare qualsiasi cosa, i campioni hanno equilibrio. La multa? La pagherà. Il codice etico? Non entro nei dettagli, Balotelli pagherà la multa, ma non mi sembra abbia fatto una cosa così grave".

La convocazione in vista di Malta e Brasile non sembra dunque in pericolo: "Mario è un talento con potenzialità incredibili: ora è in un grande club, con un grande allenatore che può dargli tutti gli strumenti per tradurre le sue potenzialità. Ora mi aspetto continuità. Mi aspetto che esploda" - ha concluso Prandelli.

A tenere in ansia lo staff medico del Milan è piuttosto il ginocchio di Balotelli, uscito malconcio da uno scontro di gioco con il colosso Handanovic. Ieri SuperMario non si è allenato, ma i rossoneri contano di recuperare l'attaccante in vista del decisivo match contro la Lazio in programma sabato sera.

Sullo stesso argomento