thumbnail Ciao,

Comi non accusa la classe arbitrale: "Noi abbiamo il massimo rispetto per gli arbitri e non cerchiamo alibi. Gli errori possono capitare".

Protagonista sin qui di una buona stagione, il Torino con i suoi 31 punti messi in cascina, ha un vantaggio più che rassicurante sulle squadre impelagate nella lotta per non retrocedere.

Eppure c'è una cosa che in casa granata proprio non va giù: il gran numero di rigori subiti. Il dg del Toro, Antonio Comi, non riesce a capacitarsi del perchè di così tanti penalty contro: "Dieci contro e soltanto quattro a favore? Questi numeri fanno riflettere anche perchè noi siamo una squadra che fa gioco, che attacca e che non specula. Contro il Cagliari, così come contro la Roma qualche settimana fa ci sono state situazioni dubbie".

Il Torino però non accusa nessuno ed anzi Comi specifica: "Noi abbiamo il massimo rispetto per gli arbitri e non cerchiamo alibi. Siamo sereni e non ci sentiamo vittime, sappiamo che ci possono essere degli errori, chiediamo solo la giusta attenzione e nulla più. Il nostro resta comunque un campionato eccezionale".

Sullo stesso argomento