thumbnail Ciao,

Il centrocampista olandese si ruppe il tendine d'Achille contro il Toro. "Sto facendo dei progressi, ma il rientro è lontano. Se ne parlerà la prossima stagione, o a Wembley...".

Out da inizio dicembre, quando si ruppe il tendine d'Achille durante il match contro il Torino, Nigel de Jong scalpita. Ma il centrocampista del Milan sa benissimo che non potrà rientrare a breve e, anzi, progetta il proprio ritorno in campo solo nella prossima stagione. A meno che...

A meno che i rossoneri non arrivino in finale di Champions League, traguardo apparentemente impensabile soltanto qualche settimana fa e ora nella mente di tutti dopo lo splendido 2-0 al Barcellona. "Per questa stagione non ce la farò, ma potrei essere pronto almeno per Wembley..." si illude l'olandese a 'Milan Channel'.

"Sono contento - dice - Sono fuori da tre mesi e me ne vorranno altri tre per tornare in campo, ma sto facendo dei progressi. Ho iniziato a camminare, e ora devo rimettere a posto la muscolatura. Mi ci vorrà del tempo per rientrare, mentalmente non è semplice affrontare tutto ciò".

A dargli forza morale c'è proprio il Milan. "Mentalmente mi sento bene quando vengo qui e posso andare in palestra. Vediamo quando potrò tornare, forse per la finale di Champions...". Se lo augurano lui, la società e, ovviamente, qualunque tifoso rossonero.


Sullo stesso argomento