thumbnail Ciao,

L'ex presidente del Napoli ha parlato del momento della squadra in vista del big match di venerdì sera contro la Juventus, per poi sottolineare il ritorno del 'Pibe'.

Il Napoli si appresta a giocare il posticipo sul campo dell'Udinese e nel frattempo la città è pronta per riaccogliere Diego Armando Maradona. L'ex presidente Corrado Ferlaino ha parlato del momento della squadra, dichiarando di voler riabbracciare l'ex fuoriclasse argentino.

Intervistato ai microfoni di 'Radio Crc', l'ex patron azzurro ha fatto il punto della situazione sulla squadra partenopea: "Questo è un momento delicato per la stagione del Napoli, ma a Udine gli azzurri devono fare risultato. Stasera vedrò la partita ma da solo, in genere mi chiudo in una camera e ragiono. Il Napoli dovrebbe mantenere questo distacco per affrontare e vincere contro la Juventus. I bianconeri non sono imbattibili e il Napoli dei titolari è fortissimo".

Sulla la lotta scudetto con i bianconeri, Ferlaino è ottimista: "Ieri la Juventus ha vinto sì, ma il portiere del Siena ha due goal sulla coscienza. I due portieri ieri, sono stati determinanti. Ho visto una Juventus lenta, il primo goal è stato fortuito mentre nel secondo goal, il portiere è stato determinante. Conto il Viktoria Plzen non ho visto il solito Napoli ma anche i giocatori in campo, non erano i migliori. Quando si schierano tante riserve, si cambia l'identità della squadra per cui quel match di Europa League non fa testo".

L'evento del giorno è l'arrivo di Maradona a Napoli, l'ex presidente non vuole perdere l'occasione di incontrarlo: "Voglio riabbracciarlo. A lui è stata fatta una cattiveria perché il Napoli, Careca ad Alemao hanno vinto la causa. Maradona invece era malato ed era all'estero per cui non ha potuto fare questo reclamo. Se tre persone diverse hanno vinto la causa, avrebbe dovuto vincerla anche Diego".

Per quanto riguarda il rapporto con il 'Pibe de Oro', Ferlaino si aspetta una grande accoglienza da parte della città: "Mi aspetto che oggi il pubblico napoletano gli riconosca tutto ciò che Maradona ha fatto per il Napoli perché se abbiamo vinto due scudetti, gran parte del merito è suo. Maradona fa parte della mia vita, della mia storia. Ruolo dirigenziale a Maradona? Bisognerà chiederlo a De Laurentiis. Io farò in modo di incontrarlo, gli voglio bene e lo vorrei aiutare".

Sullo stesso argomento