thumbnail Ciao,

L'amministratore delegato rossonero a margine della finale di Viareggio: "Il prossimo anno la squadra sarà pressoché integralmente la stessa"

Domenica amara, lunedì ancor più negativo: Adriano Galliani si è recato quest'oggi a Viareggio per assistere alla finale della Coppa Carnevale tra la Primavera del Milan e i pari età dell'Anderlecht, terminata con la vittoria dei belgi per 3-0.

L'amministratore delegato rossonero ha commentato a 'Milan Channel' l'esito della gara: "Siamo partiti meglio noi, abbiamo preso anche una traversa, poi loro ci hanno sovrastato fisicamente. Eravamo stanchi, giocare così tante partite in pochi giorni non è facile. Cristante farà parte della Prima Squadra l’anno prossimo, se lo merita. Il nostro settore giovanile è in crescita, cercheremo di fare sempre meglio e andremo avanti per questa strada. Il nostro progetto è quello di dare ogni anno un giocatore del settore giovanile alla Prima Squadra”.

Ai microfoni di 'RaiSport' si è invece soffermato anche sul pareggio del Milan di Allegri contro l'Inter: "Il derby ci lascia l’amaro in bocca - ammette Galliani - perché nel primo tempo abbiamo avuto tante palle gol limpide, non abbiamo chiuso la partita ed è arrivato il pareggio".

Galliani sottolinea i meriti di Allegri nella rimonta: "Non è mai stato in discussione, siamo stati bravi col presidente Berlusconi. Qualsiasi altra società avrebbe cambiato allenatore, noi non l'abbiamo fatto e i risultati sono arrivati".

L'obiettivo del Diavolo resta il terzo posto: "Abbiamo cambiato tanti giocatori, abbiamo avuto due mesi d'assestamento, ora stiamo viaggiando a livello di primato. Non succederà più il prossimo anno perchè la squadra sarà pressoché integralmente la stessa".

Concedendosi ai cronisti presenti a Viareggio  ha poi aggiunto: "Lo scudetto l’abbiamo perso nelle prime 8 giornate, perché da 18 giornate siamo davanti alla Juve ma il campionato l’abbiamo perso all’inizio acquisendo questo distacco dai bianconeri, impossibile recuperare. Il secondo posto? Vediamo dopo le due partite del Napoli, ma è difficile".

Infine sul duello Handanovic-Balotelli: "Nel primo tempo abbiamo avuto un dominio incontrastato con tante occasioni ma Handanovic è stato bravissimo. Balotelli ha fatto molto bene, il centravanti deve andare vicino al goal e lui ha creato 3-4 palle da rete".


Sullo stesso argomento