thumbnail Ciao,

Moratti applaude Stramaccioni: "Ha ripescato molto bene il derby nella ripresa". Ma il vero eroe è Handanovic: "Sta andando oltre le aspettative"

Il patron nerazzurro all'indomani della stracittadina: "Balotelli? Era una partita difficile per lui, il fatto dei goal sbagliati è relativo, era già stato bravo ad arrivarci"

Un primo tempo da incubo, poi la svolta nella ripresa. Un derby riacciuffato con orgoglio e determinazione, per Massimo Moratti il bicchiere è mezzo pieno: "Stramaccioni uomo derby? Anche quando aveva la Primavera li vinceva - le dichiarazioni del presidente dell'Inter - Bene ieri, l'ha ripescato nel secondo tempo molto bene, devo dire che lui e anche i giocatori hanno saputo tenere una partita che psicologicamente si era messa abbastanza male".

Inevitabile ammettere la superiorità dei cugini nel primo tempo, ma nella ripresa l'Inter ha reagito: "Credo che il Milan non abbia mai giocato così bene quest'anno, perché l'ho visto in altre gare e ieri sera era velocissimo. Tutte le squadre hanno modi diversi di giocare o stanchezze diverse, psicologicamente affrontano le partite in forma diversa. Ho avuto un esempio di questo ieri sera con il Milan e con l'Inter nel primo e secondo tempo".

In copertina per i nerazzurri sono finiti Handanovic e Schelotto: "Handanovic devo dire, sinceramente, sta rendendo oltre le aspettative, perché a volte fa delle parate fuori dall'ordinario, ieri sera ne ha fatta una incredibile, siamo molto soddisfatti, lo sarà anche lui. Schelotto? Fantastico per lui, che si è portato a casa la simpatia del pubblico immediatamente".

Secondo Moratti l'Inter ha ancora ampi margini di miglioramento, puntando soprattutto sulla linea verde e sui volti nuovi: "Dove possiamo crescere? Credo nel poter adesso avere più spazio per far giocare i giocatori su cui puntiamo per il futuro".

Infine un commento sulla serata dell'uomo più atteso, Mario Balotelli: "Era una partita difficile per lui, sia psicologicamente sia perché obbligatoriamente noi stavamo attenti, quindi ha fatto una partita buona diciamo, il fatto dei goal sbagliati è relativo, era già stato molto bravo ad arrivare su quei palloni, quindi poi non è facile concludere".

Sullo stesso argomento