thumbnail Ciao,

Il centrocampista giallorosso si è espresso anche sull'addio di Zeman: "Dispiace, ma l'allenatore paga per tutti". L'ex Siena, intanto, non vede l'ora di rientrare...

"Se dovessimo uscire anche quest'anno dall'Europa sarebbe un fallimento totale". Non ha peli sulla lingua Simone Perrotta. Il 35enne centrocampista, alla Roma dal 2004, ne ha viste tante, ma sa bene che un'ulteriore esclusione dalle coppe europee sarebbe letale per il famoso Progetto sbandierato dalla proprietà americana.

"Sarebbe un fallimento non solo per la società ma anche per i giocatori - ha aggiunto il giocatore, ospite in un liceo classico della Capitale per promuovere un evento benefico - perchè questa squadra ha qualità pazzesche. Per la maglia che indossiamo dobbiamo pensare in grande e puntare ad entrare in Europa dalla porta principale. Il terzo posto sarebbe il massimo, ma anche l'Europa League sarebbe un bel traguardo visto dove eravamo poco tempo fa".

Non manca un parere sull'esonero di Zeman: "Mi è dispiaciuto ma, quando le cose vanno male, paga sempre l'allenatore. Andreazzoli? Sta ricreando pian piano quell'entusiasmo che si era un po' perso".

Uno che non vede l'ora di rientrare per aiutare la causa è sicuramente Mattia Destro, che ha annunciato: "Penso di tornare tra un mesetto. Appena il ginocchio mi darà tregua, spero di recuperare il tempo perso e concludere alla grande la stagione. Non rimpiango la scelta fatta, ho cercato in tutti i modi di venire qui".

Sullo stesso argomento