thumbnail Ciao,

Milan beffato nel derby, Zapata ammette: "Siamo un po' tristi". Intanto Ambrosini guarda verso l'estero...

Il difensore colombiano ha sottolineato le tante occasioni create dai suoi e non concretizzate. Intanto 'Ambro' pensa al futuro: nessuna voglia di ritirarsi e l'idea estero...

E' il derby dei rimpianti per il Milan. In vantaggio con El Shaarawy nel primo tempo, i rossoneri non hanno saputo chiudere la partita, sprecando diverse chances e subendo poi il pareggio interista, opera del neoentrato Schelotto. Nello spogliatoio di Allegri domina il dispiacere, come si evince dalla dichiarazioni rilasciate a fine gara da Cristian Zapata.

"Abbiamo giocato molto bene, peccato non essere riusciti a fare il secondo goal - ha spiegato il difensore colombiano - Siamo un po' tristi perché abbiamo fatto molto bene e rimanere con un solo punto con tutte le occasioni che abbiamo avuto per chiudere la partita, dispiace. Nel secondo tempo siamo calati un po' e loro ne hanno approfittato. Ora dobbiamo vincere contro la Lazio".

Questo il suo parere sulla prova dell'ex Balotelli: "Sentiva molto questa partita, questo l'ha reso meno sereno, ma ha fatto un buon match".

Intanto Massimo Ambrosini, il cui contratto scadrà a fine stagione, ha ribadito di non volersi ritirare: "Mi piacerebbe continuare a giocare, ma sappiamo che il club sta cercando di portare avanti un progetto di rinnovamento, quindi vedremo. Se dovessi lasciare il Milan, di certo non giocherei in un altro club italiano", ha dichiarato il capitano rossonero, per il quale si profila dunque un futuro all'estero.

Sullo stesso argomento