thumbnail Ciao,

"Abbiamo tanta concorrenza, ma manca tanto alla fine" dice il bosniaco, tra i migliori con l'Atalanta. Gli fa eco Marquinhos: "Continuiamo così. La difesa a tre? Mi trovo bene".

A scatenare facili entusiasmi, giocatori e tifosi della Roma ci sono abituati. Quest'anno, ad esempio, dopo una striscia utile di qualche buon risultato i proclami non sono mai mancati, salvo poi ricadere fragorosamente nelle giornate successive. Ma il colpo con l'Atalanta ha esaltato tutti, e ora i giallorossi lanciano il loro grido di battaglia.

Il più convinto nel ribadire le potenzialità della squadra ora in mano ad Andreazzoli è Miralem Pjanic, tra i migliori nella neve di Bergamo. "Su un campo difficilissimo per la neve ci abbiamo messo grande voglia, sono 3 punti pesantissimi e meritati. In settimana prepariamo bene le partite e la squadra è molto unita. Vogliamo riprendere chi ci sta davanti".

Il terzo posto che vale i preliminari di Champions, attualmente occupato dal Milan, a guardar bene dista soltanto 3 punti: impossibile non farci nuovamente un pensierino. "È il nostro obiettivo - continua Pjanic - Siamo ancora lontani e gli avversari sono tanti, ma mancano molte partite alla fine del campionato. Continuando così arriveremo lontano".

Felice anche l'inamovibile (lo era anche con Zeman) Marquinhos. "Siamo un gruppo unito, con tanti giocatori di qualità. Oggi è andata bene: volevamo continuare a vincere e ce l'abbiamo fatta. Con la difesa a tre per me non è cambiato nulla, in allenamento coi compagni parlo molto. Ora vogliamo continuare a far bene contro il Genoa".

Sullo stesso argomento