thumbnail Ciao,

Dopo Conte, che ha criticato i tifosi bianconeri, a suo dire troppo esigenti, è sceso in campo anche il portiere, che ha voluto difendere l'ex Parma dalle tante critiche ricevute.

7 reti in campionato, 2 in Coppa Italia, 2 in Champions. Sebastian Giovinco ha distribuito abbastanza bene i suoi goal, ma ciò non è bastato finora ad assicurargli l'amore da parte del popolo della Juventus, che spesso lo ha beccato con una serie di fischi. Un atteggiamento duramente stigmatizzato, al termine del match di ieri col Siena, da parte di Antonio Conte, che ha puntato il dito contro quei tifosi ritenuti troppo snob ed esigenti.

Lo stesso Giovinco, dopo aver realizzato il goal del provvisorio 2-0 (che gli ha permesso di diventare il nuovo capocannoniere della Juve), si è portato il dito alla bocca, come a zittire il pubblico di casa. A difendere la 'Formica Atomica' ci ha pensato, oltre al tecnico, anche Gigi Buffon.

"Sarebbe meglio se il pubblico applaudisse Seba. E’ uno dei pochi che cerca le giocate difficili, è ora di spazzare via lo scetticismo su di lui. Bisogna permettergli di sbagliare, ha segnato 11 goal, non sono mica pochi".

Il portiere della Nazionale non sa spiegarsi l'ostracismo dei tifosi verso l'ex Parma: "Ogni tanto si innescano dei meccanismi perversi e incomprensibili, è assurdo fischiarlo. Sebastian è uno di quei giocatori che possono farci vincere la partita da un momento all'altro. Alla fine, comunque - è l'annotazione di Buffon - mi pare che abbia ricevuto l'ovazione che meritava".

Sullo stesso argomento