thumbnail Ciao,

Il presidente rosanero ha richiamato l'ex tecnico al posto di Malesani: decisivo lo 0-0 di sabato col Genoa. "Ho rivisto tre partite di uno e tre dell'altro: non posso sbagliare".

Dunque, riecco Gian Piero Gasperini. L'ennesimo cambio in panchina si è consumato nella serata di ieri: Gasp che sostituisce Alberto Malesani, che aveva sostituito Gasp, che aveva sostituito Sannino. E in tutto questo il Palermo, ultimo e sempre più disperato dopo lo 0-0 col Genoa rivale diretto per la salvezza, boccheggia.

Proprio il pari senza reti di sabato sera ha convinto Zamparini a cambiare. Non che ci voglia molto, per sollecitarlo a un cambio di panchina. Ma il patron rosanero ha visto una squadra molle, poco decisa a vincere e schierata male, con quattro centrali di ruolo e il solo Miccoli davanti.

Già sabato sera il presidente aveva deciso di dare vita all'ennesimo golpe. Restava soltanto da verificare la disponibilità di Gasperini, che è arrivata. L'ex tecnico del Genoa torna dopo soli 20 giorni dal suo esonero, e dovrà chiarire alcuni punti con lo stesso Zamparini, che lo aveva pesantemente criticato dopo averlo cacciato.

Il presidente, intanto, motiva la propria scelta di tornare all'antico. "Ho ricevuto tante telefonate da parte di tifosi e addetti ai lavori che mi hanno fatto notare che il Palermo giocava meglio con Gasperini - si legge su 'Tuttosport' - Ho rivisto tre partite con lui in panchina e tre con Malesani, e ho preso una decisione. Non posso sbagliare".

Sullo stesso argomento