thumbnail Ciao,

Gli ultras delle due squadre hanno riservato dei cori ben poco simpatici ai due attaccanti. Gelido il giudizio del patron rossonero sul barese, bocciato senza mezzi termini.

Non ha giocato un derby trascendentale, e a fine gara si è dovuto sorbire pure il veleno di Berlusconi. Non è stata una serata memorabile per Antonio Cassano, anche se il pari raggiunto nella ripresa dalla sua Inter gli avrà sicuramente addolcito l'umore.

Dal patron del Milan, ex datore di lavoro, è arrivato, infatti, questo giudizio nei suoi confronti: "Cassano? Quando mi chiedono un giudizio su una persona, e questo è negativo, mi astengo dal darlo". Parole molto dure, ma del resto l'addio tra il barese e i rossoneri fu contrassegnato da aspre polemiche, con tanto di accuse, da parte del giocatore, nei confronti di Galliani e soci.

Polemiche che i tifosi milanisti non hanno affatto dimenticato, come si è visto dai numerosi cori, non proprio oxfordiani, uditi ieri sera nel corso della stracittadina: "Cassano uomo di m****". Per non parlare dello striscione, fantasioso quanto di cattivo gusto, 'Montolivo playmaker, Cassano pacemaker'.

Sull'altro fronte il più preso di mira non poteva che essere l'ex Balotelli. Agli insulti verso SuperMario gli ultras della Sud hanno replicato con l'odioso coretto "Salta con noi Diego Milito", colpendo l'attaccante argentino, che di recente si è gravemente infortunato ai legamenti del ginocchio sinistro, terminando anzitempo la stagione. Inciviltà da derby.

Sullo stesso argomento