thumbnail Ciao,

Nei minuti finali di Parma-Catania, il difensore degli etnei ha messo le mani addosso all'arbitro Giacomelli, protestando per un fallo ai suoi danni non sanzionato.

Ha sicuramente destato curiosità l'inusuale reazione di Nicola Legrottaglie, solitamente pacato e serafico, che ha letteralmente perso la testa nel finale del match tra Parma e Catania.

Il difensore del Catania, che da qualche anno ha fatto della 'serenità interiore' il suo cavallo di battaglia, ha protestato duramente quando Amauri, dopo aver commesso fallo ai suoi danni, ha accorciato le distanze per il Parma.

Legrottaglie, vistosamente strattonato dall'attaccante ancor prima che questo ricevesse il pallone, si è scagliato contro l'arbitro mettendogli letteralmente le mani addosso. Il signor Giacomelli lo ha prima ammonito e poi, in seguito alle reiterate lamentele - tra le quali anche una plateale spinta - espulso.

Il difensore pugliese sarà così costretto a saltare, al pari del compagno di reparto Bellusci, il big-match in programma domenica contro l'Inter. Vedere Legrottaglie fuori dai gangheri fa davvero notizia...

Sullo stesso argomento