thumbnail Ciao,

Di nuovo ko, Colantuono bacchetta l'Atalanta: "Che dormita sul terzo goal della Roma..."

"Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto - dice il tecnico nerazzurro - Livaja? Non vogliamo dargli troppe responsabilità, spero che continui così".

Giocare su quel campo per gran parte della partita completamente bianco non era facile, ma alla fine si può ben dire che tra Atalanta e Roma lo spettacolo non sia mancato. Soprattutto contando i goal, ben 5 nonostante la visibilità a tratti ridottissima. A rammaricarsi, alla fine, sono soltanto i bergamaschi di Stefano Colantuono.

"La partita è stata equilibrata, il terreno di gioco non permetteva di fare grandi cose - dice l'allenatore nerazzurro, romano di nascita e romanista di fede, intervistato al termine del match da 'Rai sport' - Credo che alla fine dei conti il pareggio sarebbe stato tutto sommato più giusto".

A pesare sull'andamento dell'incontro, secondo Colantuono, è stata qualche disattenzione dei suoi in occasione delle reti della Roma. "Sul primo e sul terzo goal siamo stati poco attenti. Dobbiamo rimanere più concentrati, questi errori non ce li possiamo permettere. Quello più grave l'abbiamo fatto sulla terza rete, lì abbiamo dormito".

Impossibile non menzionare Marko Livaja, tra i migliori in campo e autore dei due centri nerazzurri. "È ancora per metà dell'Inter, ma è venuto qui a darci una mano. Noi non vogliamo dargli troppe responsabilità. Sta facendo bene, ora deve dare continuità alle sue prestazioni".

Sullo stesso argomento