thumbnail Ciao,

Paolo Fiorentino, uomo Unicredit in seno alla società giallorossa, ha espresso notevoli perplessità sulla consistenza economica di Adel Aref Qaddum Al Shtewi.

Continua a far discutere l'interessamento dello sceicco Adel Aref Qaddum Al Shtewi per la Roma. Unicredit, partner finanziario della società giallorossa, attraverso Paolo Fiorentino, il rappresentante della banca all'interno del club capitolino, ha espresso ancora una volta diverse perplessità sull'arrivo dell'investitore giordano.

"Siamo molto scettici sull'offerta dello sceicco e sulla sua consistenza economica, - ha dichiarato Fiorentino ai microfoni del 'Messaggero' - gli americani lo sanno. Non abbiamo avuto nessun contatto, non lo conosciamo".

Sulla possibilità che alla fine si tratti di un'autentica bufala, però, Fiorentino preferisce per ora non sbilanciarsi. "Ancora non si può parlare di bufala, bisogna aspettare. - ha tenuto a precisare - Ci siamo mossi ma non è emerso nulla di significativo".

"Evidentemente
- ha aggiunto l'uomo di Unicredit alla Roma - gli americani hanno un set di informazioni diverso dal nostro. Cosa possibile e per certi versi auspicabile. Ma noi siamo stati fuori dalla trattativa e abbiamo saputo dello sceicco solo 15 giorni fa".

Con la proprietà statunitense la banca condivide comunque la neccessità di allargare la base societaria. "Da tempo gli americani cercano un altro socio per allargare la platea. - ha detto Fiorentino - Unicredit ha preso atto di questa volontà, che del resto condivido".

Sullo stesso argomento