thumbnail Ciao,

Inter-Milan è il derby del riscatto per Stramaccioni: "C'è tanta voglia di scendere in campo e zittire le critiche"

Il tecnico interista parla dell'attesissimo derby col Milan in conferenza stampa: "Vogliamo arrivare presto al calcio d'inizio per mettere ciò che abbiamo dentro".

L'Inter non vede l'ora di affrontare il Milan. Il derby è già iniziato: c'è voglia di riscatto in casa nerazzurra. Stramaccioni è carico, ed in conferenza stampa assicura che i suoi sono pronti a dare battaglia.

"Le sensazioni sono date dalla voglia di mettere in campo tutta la carica di girare i giudizi negativi accumulati nell'ultimo periodo. In parte lo abbiamo fatto giovedì, con un primo tempo importante. Domani sarà un'altra partita, c'è voglia di giocarla, di arrivare al calcio d'inizio per mettere ciò che abbiamo dentro".

Strama parla delle critiche mosse al suo gioco: "Abbiamo cambiato tanto perché siamo ripartiti da zero, a gennaio ci sono stati 15 calciatori nuovi, è difficile iniziare un percorso tattico che porti subito a risultati. Abbiamo inanellato diversi risultati positivi con la difesa a 3, poi abbiamo perso Samuel e Chivu e qualche certezza è venuta meno".

Gli infortuni non hanno certo dato una mano a trovare il giusto assetto. E senza Milito..."Abbiamo perso il terminale ideale per giocare come giochiamo noi. Purtroppo è successo tutto nella stessa stagione, probabilmente da fuori farei anch'io l'analisi così, era una risposta che volevo dare".

Anche Strama dice la sua sulle date pericolosamente vicine in calendario: "Io credo che l'Europa League vada rispettata soprattutto per il campionato italiano, ma è giusto anche che venga rispettata quando vengono creati i calendari perché noi abbiamo giocato in Romania giovedì notte e ora giochiamo il derby. Le squadre italiane stanno giocando bene in Europa, ma per onorarla al meglio è giusto che qualcosa nei calendari venga cambiata".

I pronostici secondo il tecnico lasciano il tempo che trovano quando si parla di derby: "Loro vengono da una gara in Champions in cui non hanno permesso al Barcellona di tirare in porta, noi veniamo da qualche risultato negativo. Anche l'anno scorso siamo arrivati al derby come se fossimo la vittima della situazione, e poi abbiamo dato filo da torcere".

A prescindere da chi giocherà l'obiettivo di Strama è battere il Milan: "Io credo che per vincere il derby bisogna considerare tutto, anche qualche esclusione eccellente. Questo non significa che Cassano non giocherà, io schiererò l'Inter per vincere il derby.Le condizioni di Ranocchia e Chivu determineranno la formazione, Andrea è più no che sì. Ma la nostra idea è comunque di giocarcela, proveremo a vincere".

E alla domanda se questo sia il derby della verità risponde così: "Moratti ha tanta fiducia in me, io posso soltanto lavorare e cercare i risultati. E' normale che arrivino le critiche, ma il mio presidente e i miei calciatori sono la mia forza".

In conclusione Strama sottolinea come tutto l'ambiente nerazzurro sia pronto a questa partita: "Rispetto al Milan noi abbiamo più calciatori che possono giocare questa gara. Abbiamo un giusto mix di giovani e calciatori esperti per giocare questa sfida. I tifosi non ci hanno mai lasciato durante l'anno. Nella testa degli interisti c'è la voglia di aiutarci e di batterli".

Sullo stesso argomento