thumbnail Ciao,

Andreazzoli sprona la Roma: "Serve dare continuità alla vittoria sulla Juventus. Riconferma? Per ora non ci penso..."

L'allenatore giallorosso ha parlato alla vigilia dell'impegno di domani sul campo dell'Atalanta, mantenendo il basso profilo sulle voci riguardanti il proprio futuro.

Il tecnico della Roma, Aurelio Andreazzoli, alla vigilia dell'impegno con l'Atalanta ha invitato i suoi a non lasciare isolata la bella prova con la Juventus: "Bisogna continuare sui presupposti della scorsa settimana. Riconferma? Non è il mio obiettivo, adesso è di arrivare laddove mi sono prefisso di arrivare".

La vittoria sui bianconeri può rappresentare una pietra importante nel processo di rilancio: "Non deve rimanere isolata, poi un richiamo lo fai sempre ma non ci sarebbe stato bisogno perchè i ragazzi sono consapevoli di quello che devono fare. La squadra più che puntare sulle individualità punta sul fatto di essere un collettivo e un gruppo, sa cosa vuole", ha evidenziato Andreazzoli.

"Una gara come quella con la Juve ti da delle convinzioni
- ha proseguito l'allenatore in conferenza stampa - Se il risultato lo persegui come lo abbiamo acquisito ha un maggior valore, le motivazioni rimangono le solide ma le convinzioni mutano".

Sul proprio futuro, cui è legato il recente 'tweet' della società ("La Roma smentisce le indiscrezioni di mercato riguardanti presunte trattative con eventuali allenatori per la prossima stagione. L’allenatore della Roma è Aurelio Andreazzoli, con fondate ragioni che lo possa essere anche nelle prossime stagioni", ndr), Andreazzoli assicura: "Il club ha detto che c'è la possibilità che questo avvenga, è chiaro che mi fa piacere, ma non è il mio obiettivo per adesso".

Capitolo sceicco, pronto a entrare nel club: "Queste sono vicende che a noi non riguardano, sono decisioni della proprietà, della società americana eventualmente - ha detto il tecnico - Noi come As roma pensiamo a raggiungere gli obiettivi che vogliamo raggiungere, senza oporci particolari domande. Se e quando ci saranno notizie certe saranno i dirigenti a rispondere a questo tipo di domande".

Sulla situazione portieri, Andreazzoli ha evidenziato: "Stekelenburg è felice, si vede, lavora con soddisfazione. Devo dire la stessa cosa degli altri due portieri, sia Lobont che Mauro, come hanno sempre fatto lavorano con aprtecipazione a ttenzione. Su Goicoechea io ho parlato con lui e lui è sereno al 100% perchè ha sempre fatto il suo dovere, anche nella famosa partita lui era sereno perchè aveva lavorato bene tutta la settimana, ha la coscienza a posto perchè ha lavorato benissimo e ha soltanto commesso un errore, particolare per lui, ma è un errore come lo commettono anche i suoi compagni".

A Bergamo potrebbe esserci l'insidia del campo pesante: "E' una considerazione che farò, il terreno è stato rizollato e sarà più morbido, se poi ci metti anche la neve non so come saranno le condizioni. Influirà sulla scelta della formazione? E' una domanda che mi porrò e lo decideremo prima della partita", ha concluso l'allenatore.

Sullo stesso argomento