thumbnail Ciao,

Montella mette in guardia la Fiorentina: "Bologna squadra pericolosa, dopo il poker all'Inter temo un calo di tensione"

Il tecnico napoletano chiede massima concentrazione in vista del derby dell'Appennino: "Jo-Jo e Ljajic non devono accontentarsi, niente alibi per l'assenza di Pizarro".

Vincenzo Montella chiede massima concentrazione alla sua Fiorentina in vista della trasferta di Bologna. Il tecnico napoletano mette in guardia i viola dalle insidie che può nascondere il derby dell'Appennino e ammette che il poker all'Inter può rappresentare un 'boomerang' in vista di domani.

"Il Bologna è una squadra molto pericolosa, anche sulle palle inattive - ha evidenziato Montella in conferenza stampa - Avrà voglia di vincere, il tecnico è bravo, la squadra ha qualità, riescono ad adattarsi all’avversario con una certa velocità, non so perché non hanno molti punti, è una partita molto insidiosa".

Sull'umore in casa gigliata, Montella ha affermato: "Dobbiamo pensare che la partita si farà, poi il rischio di un calo di tensione c’è, si deve vedere come si metabolizzano le vittorie. La nostra volontà è quella di vincere, anche fuori casa. Jovetic e Ljajic? Un attaccante non sempre può rendere al massimo, Jovetic non è uno che si accontenta, spero che sia così anche per Ljajic".

Sull'assenza di Pizarro, l'Aeroplanino ha avvertito: "Non dobbiamo rifugiarsi in questo, a volte abbiamo perso, altre volte abbiamo vinto. È difficile pensare di poterlo sostituire, ma proveremo qualcosa di diverso perché abbiamo giocatori di qualità, non sono particolarmente preoccupato della sua assenza".

Questo il pensiero su Migliaccio e l'ultimo arrivato Sissoko: "Ci possono far comodo. Momo non è al massimo, anche se è in grado di giocare tranquillamente. Ha caratteristiche che fanno comodo a qualsiasi squadra. Rischio rinvio per neve? Mi piacerebbe giocare domani, se è possibile, anche per la programmazione, ma accettiamo tranquillamente ogni decisione. Noi più penalizzati con un campo pesante? Si ottiene una classifica importante anche passando da queste difficoltà".

Chiusura dedicata alla corsa Champions: "La Lazio è una squadra equilibrata, il Milan ha più qualità, l’Inter è in corsa su tre fronti, la differenza potrebbe essere di un punto tra arrivare in Europa e non arrivarci - ha detto Montella - Dobbiamo guardare partita per partita, non possiamo pensare di fare punti alla fine perché magari il calendario può darci una mano. Pensiamo a domani".

Sullo stesso argomento