thumbnail Ciao,

Sfuma l'aumento di capitale promesso dal presidente Guaraldi. Cosi oltre a vendere i 'pezzi migliori' si pensa a un fondo straniero per salvare il salvabile.

In futuro il Bologna potrebbe parlare arabo. L’ultima indiscrezione riportata da ‘Tuttosport’  cita la possibilità di un fondo straniero, con capitale arabo, pronto a subentrare e risolvere i problemi economici del club felsineo.

Il presidente Guaraldi non naviga in buone acque. L’aumento di capitale come inizialmente previsto per sei milioni è stato ridimensionato. Per adesso sono stati versati solo spiccioli, per una cifra pari a 600mila euro, che potranno servire a ben poco.

Oltre la pista araba si valuta la cessione dei pezzi più pregiati dell’argenteria rossoblù. Perez sarà ceduto al Monaco, accordo quasi fatto per 1,5 milioni mentre per altri big si sta trattando a oltranza.

Come nel caso di Diamanti e Gilardino. Per i due si profila un sacrificio per salvare il club da una crisi che rischia di far precipitare anche la squadra sempre più giù.

Sullo stesso argomento